LAVORO-Openjobmetis: il mito del posto fisso non tramonta...

STARTUP-i ProntoPro.it: l’incontro tra domanda e offerta di...

12 febbraio 2016 Comments Off on INTERNAZIONALIZZAZIONE-Italia/Iran: Italiana Costruzioni si aggiudica due importanti accordi commerciali Dalla home page

INTERNAZIONALIZZAZIONE-Italia/Iran: Italiana Costruzioni si aggiudica due importanti accordi commerciali

Italiana Costruzioni Spa – società di costruzioni specializzata in edilizia pubblica, privata, infrastrutture e restauri – ha concluso due importanti accordi commerciali in Iran.

Il primo è un accordo con la Fiera di Teheran per la realizzazione di un nuovo padiglione espositivo. Il padiglione occuperà una superficie di 6mila mq e sarà progettato esclusivamente da architetti italiani, andando così a integrare l’offerta espositiva della fiera della capitale iraniana. L’investimento previsto è di circa 4 milioni di euro.

Il padiglione sarà gestito direttamente da Italiana Costruzioni per tre anni, fino al raggiungimento del ritorno dell’investimento, per poi essere ceduto alla Fiera di Teheran. L’accordo prevede inoltre lo studio per la realizzazione di un hotel limitrofo e al servizio della Fiera stessa, con un investimento pari a circa 30 milioni di euro.

Il secondo accordo è stato stipulato con il Ministero dei Beni culturali iraniano e prevede una serie di collaborazioni nell’ambito dello sviluppo e modernizzazione dei musei iraniani. Solo per il Museo Nazionale di Teheran, è previsto un intervento di ristrutturazione di circa 10 milioni di euro. Italiana Costruzioni è infatti specializzata in interventi di restauro e valorizzazione del patrimonio culturale in Italia e all’estero, avendo realizzato importanti restauri, tra cui quelli del colonnato di San Pietro a Roma, del Castello Sforzesco a Milano, della Basilica di Sant’Antonio a Padova e della Villa Reale di Monza.

“Si tratta di due operazioni per noi davvero importanti – ha dichiarato Attilio Navarra, Presidente di Italiana Costruzioni Spa – che rappresentano solo l’inizio di una lunga partnership con l’Iran, mercato che dopo la caduta del regime sanzionatorio è diventato tra i più dinamici e interessanti. Siamo inoltre soddisfatti di arrivare in questo mercato attraverso due operazioni davvero rilevanti: la costruzione di un padiglione fieristico rappresentativo del know how italiano, e la ristrutturazione dei musei più rilevanti del Paese”.

Secondo i dati diffusi dall’ICE – l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – il mercato delle costruzioni in Iran vede una previsione di espansione sino a un volume di 154,4 miliardi di dollari nel 2016, che consisterebbe in un raddoppio della dimensione in un solo triennio.

Il business delle ristrutturazioni e dei materiali per l’edilizia vede inoltre opportunità strategiche: il 50% degli edifici ha oltre trent’anni d’età e il 40% tra i 10 e i 30 anni.

Il restauro degli edifici è quindi una priorità. Il governo iraniano stanzierà, secondo le stime, circa 143 miliardi di dollari per restaurare 14.000 metri quadri di edifici scarsamente agibili. Il piano è di fornire circa 1,8 milioni di prestiti per il periodo 2014-2020.

 

Comments are closed.