SVILUPPO-Reti d’impresa: apre lunedì bando reti di impresa. Presentazione...

LIBRO-“Dammi tre parole – Piccola storia romantica di un’azienda...

9 luglio 2018 Comments Off on INTERNAZIONALIZZAZIONE-ExportUSA: incentivi per le aziende italiane che avviano una attività in USA Dalla home page

INTERNAZIONALIZZAZIONE-ExportUSA: incentivi per le aziende italiane che avviano una attività in USA

Summit Select USA 2018 ed ExportUSA per investire, con successo, negli Stati Uniti

Gli USA mettono a disposizione una serie di incentivi fiscali per coloro che avviano un’attività produttiva in uno dei 50 Stati. Un’occasione importantissima anche per le aziende italiane della meccanica che vogliono aprire uno stabilimento ed assumere personale.

 

Rimini, giugno 2018. Le aziende che avviano un’attività di produzione o distribuzione negli Stati Uniti e creano lavoro localmente possono beneficiare di importanti vantaggi fiscali e incentivi pubblici messi a disposizione da ciascuno dei 50 Stati Americani.

 

“E’ importante sapere – dichiara Lucio Miranda, presidente di ExportUSA – che gli USA offrono incentivi pubblici sia a livello statale, sia a livello di contee, città e aree industriali (definite Industrial Park). Le opportunità sono molteplici: esistono agevolazioni monetarie e facilitazioni operative per trovare la località più adatta per aprire un impianto di produzione o di distribuzione, ma anche per assumere e formare i dipendenti. Mai come nel 2018 è vantaggioso investire negli Stati Uniti, grazie alla nuova riforma fiscale americana che ha portato a una riduzione delle tasse sulle Corporation (ovvero le Società di diritto americane) al 21%, un’economia in piena espansione e livelli di ottimismo record da parte dei consumatori e delle piccole imprese”.

 

ExportUSA e SelectUSA 2018 per aiutare le aziende ad entrare, con successo, nel mercato americano e sfruttare tutti gli incentivi messi a disposizione. SelectUSA è l’evento di riferimento per coloro che desiderano  investire negli USA. Coinvolge, ogni anno, centinaia di imprenditori e di pubblici ufficiali che si incontrano per negoziare i termini delle concessioni economiche a fronte degli investimenti programmati sul territorio americano. Solo nel 2017 gli accordi presi a SelectUSA hanno generato investimenti pari a 93 miliardi di dollari negli Stati Uniti.

 

“Gli Stati Uniti – precisa Lucio Miranda – sono un mercato nel quale le aziende italiane, soprattutto quelle della meccanica, non possono più permettersi di non considerare. Non dimentichiamo, infatti, che l’industria americana si sta attrezzando per fare fronte all’aumento di produzione trainato dai consumi privati, anche attraverso politiche di re-shoring, riportando in patria un

 

 

numero molto elevato di produzioni che fino a poco tempo fa erano fatte in Cina. Un altro aspetto da non sottovalutare, infine, è il piano di investimenti da 1500 miliardi di dollari promosso dal Presidente Trump per il rinnovo delle infrastrutture che genererà inevitabilmente un aumento della domanda e delle importazioni di macchinari e beni industriali. Un ambito, quella della meccanica, in cui le aziende italiane sono riconosciute per l’elevata qualità dei propri prodotti. Sono molti i clienti di ExportUSA che, nel corso degli anni, hanno visto crescere il proprio business oltreoceano, anche sfruttando occasioni come quelle presentare durante SelectUSA”.

Comments are closed.