CROWDFUNDING-Sorgenia e Bicocca: obiettivo raggiunto per CoderBot, il robot...

INNOVAZIONE_Lo shopping diventa Social.: crrowdfunding per ‘Snapcart’ con Eppela...

3 maggio 2018 Comments Off on INNOVAZIONE-Prima edizione di SmauItaly RestartsUp in London: l’innovazione “Made in Italy” atterra a Londra: apre oggii Smau London Dalla home page

INNOVAZIONE-Prima edizione di SmauItaly RestartsUp in London: l’innovazione “Made in Italy” atterra a Londra: apre oggii Smau London

Grandi aziende, investitori, innovatori italiani e inglesi e 40 startup si incontreranno domani, 3 maggio, nella cornice dell’Old Truman Brewery per dar vita a nuove connessioni, partnership e collaborazioni all’insegna dell’Open Innovation e per confrontarsi, nell’ambito di cinque panel tematici sui temi più caldi legati al mondo dell’innovazione: Smart Manufacturing, Fintech e Insuretech, Artificial Intelligence, Innovazione nell’Agrifood e Lifescience. Ad iStarter e TechItalia il compito di chiudere la giornata, con le storie di successo di imprenditori italiani a Londra e con l’ esclusivo party di networking. Il 4 maggio la delegazione italiana visiterà alcuni dei luoghi dell’innovazione che hanno sede a Londra: IDEALondon, Mind the Bridge, Central Working, Level 39, Techitalia Lab, Intesa Sanpaolo – London Branch

Londra, 2 maggio Riunire insieme startup, grandi imprese, investitori e luoghi dell’innovazione italiani e tedeschi per tracciare nuovi percorsi innovativi nei settori in cui l’attenzione del mercato UK è altissima: Smart Manufacturing, Fintech e Insuretech, Artificial Intelligence, Innovazione nell’Agrifood e Lifescience. Questo è l’obiettivo della prima edizione di Smau | Italy RestartsUp In London powered by ICE e Smau che, a partire da oggi, con l’evento inaugurale presso l’Ambasciata Italiana e per tutta la giornata di domani,3 maggio, al The Old Truman Brewery, riunirà oltre 300 rappresentanti dell’ecosistema italiano e britannico dell’Innovazione.

Molte, infatti le realtà britanniche che hanno voluto partecipare all’evento insieme ai protagonisti dell’innovazione italiani – grandi aziende, istituzioni, incubatori, acceleratori e investitori- per scambiarsi idee, opportunità e progetti al fine di dar vita ad un processo di contaminazione e scambio a livello internazionale. Durante la giornata infatti sul palco dei Live Show e nei diversi momenti di networking saranno presenti realtà come AVIVA, Breed Reply, Central Working, Crowdfooding, Department for International Trade, FGB Associates, Five Seasons Ventures, Healthware Labs, Level39, London Stock Exchange, Mercato Metropolitano -The FarMM, Mind The Bridge, SETSquared, Silverpeak, Startupbootcamp, Techstars London, The Society of Motor Manufacturers and Traders Limited – SMMT, The Bakery, Wayra UK e molti altri.

All’incontro con l’ecosistema dell’innovazione britannico ci saranno AIFI, Area Science Park, Aruba, Cisco Italia, Clhub, la Developer Academy di Apple, Digital Magics, Digital Tree, Filse BIC, Future Food Institute, Intesa Sanpaolo, presente con 5 startup e, ancora, Italia Startup, iGenius, Istituto Italiano di Tecnologia, Oval Money, P101, Roche e i sistemi regionali dell’innovazione: Regione Campania, Regione Liguria, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto, Regione Sicilia.

Tra gli incubatori italiani è Digital Magics, attraverso le parole dell’Amministratore Delegato Marco Gay a sottolineare l’importanza dell’incontro con il mercato UK: “ Digital Magics ha una forte vocazione internazionale, rafforzata ancora di più dalla partnership con iStarter e con l’apertura a Londra di Digital Magics iStarter. Insieme al nostro nuovo partner strategico vogliamo continuare a sostenere l’innovazione Made in Italy e portarla in tutto il mondo. La partecipazione ad un evento come Smau London| Italy RestartsUp in London rappresenta quindi un’importante occasione per allacciare relazioni con il mercato UK e favorire l’espansione verso i mercati anglosassoni delle nostre partecipate oltreché rafforzare ulteriormente le opportunità di funding per la loro crescita.

A sottolineare quanto l’incontro con il mercato UK sia una grossa opportunità per le startup italiane vi è anche Giuseppe Donvito, partner di P101 Ventures, società di Venture Capital specializzata in investimenti early stage nel settore digitale, il quale afferma:” Negli ultimi anni abbiamo assistito a una crescita significativa dell’ecosistema italiano delle start-up e scale-up, grazie all’afflusso progressivo di denaro VC, alla maturità dei fondatori e del management e all’ottimo contesto tecnologico italiano. Questo aspetto, abbinato ad un ambiente favorevole (ad esempio valutazioni relativamente favorevoli), rende le startup del Made in Italy davvero allettanti. L’ecosistema di startup UK / Londra è stato finora uno dei più avanzati al mondo e c’è sempre stata una forte connessione tra Italia e Regno Unito a questo livello, quindi noi – come VC – crediamo che ci dovrebbe essere una forte cooperazione tra l’Italia e il Regno Unito in particolare per dare alle nostre startup uno slancio alla loro espansione internazionale.

Il confronto tra i due ecosistemi si aprirà già da questa sera presso l’Ambasciata Italiana a Londra dove, dopo i saluti introduttivi di Sua Eccellenza Raffaele Trombetta, Ambasciatore d’Italia in UK e di Pierantonio Macola, Presidente di SMAU, interverranno Gianluca Forcolin, VicePresidente Regione del Veneto e Valeria Fascione, Assessore alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione Regione Campania.

Domani, 3 maggio, il programma prosegue con i cinque panel tematici dedicati a Smart Manufacturing, Artificial Intelligence, Fintech e di innovazione applicata al Life Science e all’Agrifood in cui si confronteranno investitori, corporate, startup già affermate sul mercato internazionale e abilitatori quali incubatori e acceleratori. Il programma prevedrà l’intervento, tra gli altri, di Marco Camisani Calzolari, digital Evangelist, che introdurrà il panel dedicato allo Smart Manufacturing. “Sono felice di dare il benvenuto a Londra a SMAU e a tutti gli italiani che saranno presenti. Oggi Londra è la quinta “città italiana” dopo Roma, Milano, Napoli e Torino. Qui circa 300.000 italiani.- Anticipa Camisani Calzolari – Per molti italiani Londra è una scelta che permette di vivere in un contesto in cui certe cose funzionano molto meglio, come per esempio la facilità con cui si può fare impresa. Sarò felice di accogliere nuovi potenziali italiani a Londra con qualche consiglio su cosa fare e cosa non fare!”

Protagoniste della giornata anche le 40 startup italiane selezionate per presentare i propri prodotti e servizi alle imprese britanniche all’interno della meeting area dell’Old Truman Brewery e all’interno delle sessioni in programma attraverso brevi pitch da 90 secondi.

A concludere la seconda giornata dei lavori dell’evento SMAU il panel organizzato da iStarter, l’acceleratore Italiano a Londra specializzato nell’aiutare le migliori scaleup ad espandersi globalmente. Nel panel saranno invitati imprenditori digitali del nostro Paese che hanno avuto successo in Inghilterra e responsabili dell’acceleratore per raccontare l’opportunità di espansione per le startups Italiane in Inghilterra

A seguire il party con la community di TechItalia, che riunisce oltre 1500 imprenditori, startups, professionisti digital italiani con base a Londra.

Il 4 maggio l’intera giornata è dedicata alla visita ai principali luoghi dell’innovazione londinesi: IDEALondon, Mind the Bridge, Central Working,Level 39, Techitalia Lab, Intesa Sanpaolo – London Branch.

Il programma completo di Smau London è on line: https://www.smau.it/london18/

 

 

Comments are closed.