LAVORO-THE ADECCO GROUP LANCIA SNOOZE, LA NUOVA PIATTAFORMA DI...

INNOVAZIONE-Smau Genova: premiate 13 aziende del territorio

21 novembre 2018 Comments Off on INNOVAZIONE-Bandi europei sui temi NMBP e ICT del programma Horizon 2020. Warrant Hub “cala il full”: cinque progetti approvati dall’UE News

INNOVAZIONE-Bandi europei sui temi NMBP e ICT del programma Horizon 2020. Warrant Hub “cala il full”: cinque progetti approvati dall’UE

Success rate del 71,4% rispetto alla media europea dell’11,9%

 

 Warrant Hub (Tinexta Group), società leader nella consulenza alle imprese per operazioni di finanza agevolata, annuncia che l’Unione Europea ha approvato ben cinque progetti presentati dall’Azienda in risposta ai bandi 2018 sui temi NMBP (Nanotechnologies, Advanced Materials, Biotechnology and Advanced Manufacturing and Processing) e ICT (Information Communication Technologies) nell’ambito di Horizon 2020, il programma quadro dell’UE per la ricerca e l’innovazione.

Questo risultato corona la crescita costante di Warrant Hub in questa specifica area aziendale, promossa dal suo Amministratore Delegato, Fiorenzo Bellelli, sin da quando ebbe l’intuizione strategica di dar vita a una business unit ad alta specializzazione, la European Funding Division. E conferma l’eccellenza dei suoi professionisti nell’accompagnare organizzazioni private e pubbliche, nazionali ed estere, nella progettazione, definizione, presentazione e gestione di progetti europei.

Nel caso specifico, avendo superato la prova cinque delle sue sette proposte progettuali, la società emiliana è stata premiata con un tasso di successo pari addirittura al 71,4%, incredibilmente superiore alla media generale europea: infatti, del budget del settennato 2014-2020 pari circa 80 miliardi di euro, fino allo scorso 31 agosto ne sono stati allocati circa 33,1 a finanziamento di 19.292 progetti su un totale di 155.196 domande presentate, con un rating medio di successo pari a soltanto l’11,9%.

I progetti – in ciascuno dei quali Warrant Hub ha un ruolo operativo diverso – prevedono un finanziamento complessivo pari a quasi 30 milioni di Euro (Cfr. paragrafo “I cinque progetti in dettaglio”). Tali iniziative porteranno Warrant Hub a collaborare con 103 partner in 22 Paesi europei e 4 Extra europei. In particolare, nel progetto REPAIR3D, con 18 partner in 7 Stati – tra cui le aziende italiane Techedge e Calzaturificio Dal Bello nonché la tedesca Maier scoop – Warrant Hub ha il ruolo centrale di coordinatore.

“Siamo una società di consulenza che vanta anche una più che trentennale esperienza in campo di progettazione europea e quindi un network di eccellenze europee che spazia in tutti i settori di ricerca ed innovazione. Per questo motivo, veniamo scelti da prestigiose realtà in campo scientifico e manifatturiero per la nostra competenza e la capacità di contribuire in maniera concreta al successo delle proposte progettuali, grazie anche a un network di partner d’alto livello e al coinvolgimento concreto delle aziende clienti” afferma Isella Vicini, Head of European Funding Division (EFD) di Warrant Hub – Tinexta Group.

 

Ai propri clienti, Warrant Hub offre un’ampia gamma di servizi: consulenza strategica per il loro posizionamento rispetto agli obiettivi UE, attività di monitoraggio e proposta di inserimento in partenariati europei in via di costituzione, studi di fattibilità e verifica di ammissibilità al cofinanziamento di idee progettuali, assistenza nella preparazione della documentazione necessaria per la sottomissione della proposta progettuale, project e dissemination management, auditing per la certificazione dei costi eleggibili nei progetti EU.

I cinque progetti in dettaglio

REPAIR3D è il progetto approvato con un finanziamento di circa 6 milioni di euro, in cui Warrant Hub ha il ruolo centrale di coordinatore. Con 18 partner in 7 Stati – tra cui le aziende italiane Techedge e Calzaturificio Dal Bello nonché la tedesca Maier scoop, tutte clienti di Warrant Hub – il progetto punta allo sviluppo di nuovi prodotti e componenti attraverso la stampa 3D di materiali di recupero o a fine ciclo vita. Ad esempio, con il coinvolgimento del Calzaturificio Dal Bello, uno dei maggiori produttori mondiali di scarponi da sci, s’intende sperimentare la manifattura additiva anche in settori consumer come quello dello sport equipment.

SINTEC è un progetto con un finanziamento pari a circa 4 milioni di euro, che prevede la partecipazione di 8 partner da 4 Paesi, tra cui il colosso STMicroelectronics, e in cui Warrant Hub sarà responsabile di attività di management e dissemination. L’iniziativa ha l’obiettivo di sviluppare una nuova generazione di sensori flessibili e direttamente applicabili sulla pelle, in grado di monitorare dati corporei relativi allo stato di salute o alla performance di chi li indossa a lungo.

NanoinformaTIX è un progetto del valore di oltre 6,5 milioni di Euro che coinvolge 36 partner di 21 nazioni, tra cui Politecnico di Torino, CNR, Università di Tel Aviv, la Sorbona e l’Istituto di Medicina Occupazionale di Edimburgo. Il progetto mira allo sviluppo di una piattaforma – globale, sostenibile e multiscala per l’esposizione e la tossicità derivante dall’utilizzo dei nanomateriali di ultima generazione – che consentirà la produzione di nuovi nanomateriali e prodotti più sicuri con una precisa stima economica di costi e rischi. Warrant Hub sarà il dissemination manager del progetto in ogni sua fase.

GIOTTO è il progetto di ricerca scientifica dedicato allo sviluppo di una piattaforma di tecnologie e materiali, quali stampa 3D o cementi bioassorbibili, per il trattamento delle fratture causate da osteoporosi. L’iniziativa viene finanziata con più di 5,5 milioni di euro e coinvolge 14 partner di 10 Stati, sotto il coordinamento del Politecnico di Torino. Warrant Hub sarà responsabile delle attività di dissemination.

APACHE è un progetto con 27 partner, provenienti da 12 nazioni, tra cui prestigiose realtà culturali e industriali quali Fondazione Guggenheim, Centre Pompidou, Akzo Nobel Chemicals, Ericsson AB e GOPPION. Finanziata con quasi 7 milioni di euro, l’iniziativa punta allo sviluppo di una tecnologia innovativa per la prevenzione del degrado del patrimonio culturale europeo in ambito museale, attraverso la sensoristica applicata al controllo climatico, la produzione di nuovi materiali assorbenti e il controllo remoto e preventivo dei fattori di rischio. Per Warrant Hub, che si occuperà di project e dissemination management, è il terzo progetto in ambito Cultural Heritage cui partecipa dopo Nanocathedral e Innovaconcrete. Insieme all’Università di Firenze, inoltre, la società emiliana ha dato vita a ECHOES, il cluster europeo proprio per il Cultural Heritage.

Warrant Hub S.p.A.

Warrant Hub (già Warrant Group), fondata nel 1995 è società leader in Finanza Agevolata e servizi di consulenza per PMI e grandi aziende. Oltre alla sede a Correggio (RE), Warrant è presente sul territorio nazionale anche a: Milano, Bergamo, Piossasco (TO), Casalecchio di Reno (BO) e Roma. E’ entrata a far parte del Tinexta Group a novembre 2017 nella Business Unit Innovation & Marketing Services, vanta oltre 200 professionisti e più di 4000 imprese clienti su tutto il territorio nazionale. Warrant offre consulenza ad aziende di ogni settore sulle seguenti aree di competenza: Finanza Agevolata (regionale, nazionale; incentivi automatici), Finanziamenti europei (attraverso la European Funding Division e la società “beWarrant” a Bruxelles, Warrant supporta le imprese nell’ambito del Programma Quadro Europeo in Ricerca e Innovazione – Horizon 2020), Finanza d’Impresa, Internazionalizzazione, Energia (Diagnosi Energetiche – Recupero delle accise – Agevolazioni in ambito energetico) e, infine, Innovazione, Trasformazione Digitale e Trasferimento Tecnologico (tramite “Warrant Innovation Lab”).

 

Tinexta Group

Tinexta S.p.A. quotata al segmento STAR della Borsa di Milano, ha riportato i seguenti Risultati consolidati al 30 settembre 2018: Ricavi pari a €169,7 milioni, EBITDA di €44,1 milioni e Utile netto pari a €22 milioni. Tinexta Group è tra gli operatori leader in Italia nelle tre aree di business: Digital Trust, Credit Information & Management e Innovation & Marketing Services. La Business Unit Digital Trust eroga, attraverso le società InfoCert, Visura, Sixtema e la società spagnola Camerfirma, prodotti e servizi per la digitalizzazione, la fatturazione elettronica, la posta elettronica certificata (PEC) e la firma digitale nonché servizi per professionisti, associazioni e le PMI. Nella Business Unit Credit Information & Management, Innolva offre servizi a supporto dei processi decisionali come informazioni camerali e immobiliari, report aggregati, rating sintetici, modelli decisionali, valutazione e recupero del credito e RE Valuta offre servizi immobiliari, incluse perizie e valutazioni. Oltre a Warrant Hub, nella Business Unit Innovation & Marketing Services opera la società Co.Mark che fornisce consulenze di Temporary Export Management alle PMI per supportarle nell’espansione commerciale. Al 30 giugno 2018 il personale del Gruppo ammontava a 1.246 dipendenti.

Per maggiori informazioni:

Comments are closed.