AMBIENTE – Pechino plaude a edilizia eco-intelligente italiana

EVENTI – Domani convegno Federlazio-Ambasciata araba

8 giugno 2009 Comments (0) News

INDUSTRIA – Spesa armi +4% nel 2008

Nonostante la crisi, le spese militari non si fermano

Se la crisi economica colpisce l’industria aerospaziale civile e le compagnie aeree, quella della difesa resta in ottima salute. Nel 2008 le spese militari in tutto il mondo sono cresciute del 4% rispetto all’anno precedente, segnando un record di 1.464 miliardi di dollari, il 45% in piu rispetto al 1999. Sono i dati diffusi dall’istituto Sipri di Stoccolma, pubblicati dalla Bbc, che segnalano un incremento anche delle missione di pace dell’11%, con un totale di personale internazionale impiegato che ha raggiunto le 187.586. I principali produttori di armamenti risultano la Boeing, con 30 miliardi di dollari, la BAE Systems (29,9 miliardi), la Lockheed Martin (29,4). la Northrop Grumman (24,6) e la General Dynamics (21,5). Il 61% del mercato e nelle mani delle industrie statunitensi, il 31% e gestito da quelle dell’Europa occidentale e il resto da russi, giapponesi, israeliani e indiani.
Secondo il Sipri, a spendere di piu in armamenti ci sarebbero gli Usa, con 607 miliardi di dollari annuali, la Cina (84,9 miliardi), la Francia (65,74), la Gran Bretagna (65,35), la Russia (58,6), la Germania (46,87), il Giappone (46,38) e l’Italia (40,69).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.