MADE IN ITALY – Agroalimentare: nel 2011 record...

LAVORO – Formazione: Milano, master per tecnico competente in...

9 gennaio 2012 Comments (5) News

IMPRESE – Tlc: in ginocchio nel 2011 (-2,7%). Contro la crisi investire nei percati emergenti

In un clima di instabilita economica generale, anche le aziende che operano nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione iniziano a soffrire gli effetti della crisi. Nella prima meta del 2011, secondo un rapporto Assinform, il mercato dell’Ict (It e Tlc ha registrato un calo del 2,4%. Nel dettaglio, le condizioni dell’It (-1,7% nel 2011 contro un -2,5% nel 2010) appaiono meno critiche rispetto al settore Tlc Con una perdita del 4% rispetto allo scorso anno, infatti, nel 2011 le telecomunicazioni nostrane raggiungono il -2,7%.

Ancora di salvezza per le aziende italiane del settore, le economie sudamericane. Secondo il Cepal, Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi, le economie dei Paesi emergenti, in particolare quelle dell’America meridionale e centrale, stanno conquistando ottime performance di crescita stimate intorno al +4,4% per il 2011 (dati Cepal, in netta controtendenza rispetto ai Paesi dell’Eurozona con solo il +1,6% (dati BCE).

“L’America del Sud e l’area che sembra resistere meglio agli attacchi della turbolenza economica in corso – ha spiegato Pietro Biscu, direttore commerciale di Assembly Data System, azienda leader nel settore degli Impianti Tecnologici, delle Telecomunicazioni e dell’Energia – Con una situazione generale d’inflazione moderata, una riduzione del tasso di disoccupazione e di poverta ed una buona stabilita macroeconomica, poi, la Colombia, tra i mercati emergenti, e quello piu ricco di prospettive e soprattutto ancora da esplorare.” Tra gennaio 2001 e dicembre 2010, infatti, a brillare nell’area a sud degli States e proprio la Colombia con un guadagno annuale medio in borsa del 38% (indice MSCI), un successo se confrontato al recente tracollo europeo (Grecia -42,8%, Spagna -19,2%; Italia -11,9%; Portogallo -10,5%, Irlanda -4,8%).

Con una crescita annuale del Pil che si attesta intorno al 4,3%, la Repubblica Colombiana nutre il piu alto tasso di sviluppo economico di tutti i paesi latino-americani (fonte CIA World Factbook) ma gli investimenti in materia di sviluppo delle infrastrutture stradali e tecnologiche risultano ancora bassi. “L’86% della popolazione colombiana possiede un telefono cellulare, ma solo il 19,3% ha una connessione ad internet – ha aggiunto Pietro Biscu, direttore commerciale di ADS – Risolvere il gap esistente tra l’informazione e le tecnologie di comunicazione puo diventare una nuova sfida per le aziende italiane. Le competenze acquisite sul nostro territorio nazionale rappresenteranno un valido contributo per la Colombia. Con la nostra filiale di Bogota, per esempio, opereremo proprio sulle infrastruttute di TLC locali.”

Assembly Data System, azienda leader nel settore degli Impianti Tecnologici, delle Telecomunicazioni e dell’Energia, debutta infatti sul mercato Colombiano con una nuova sede a Bogota, proponendosi non solo per le infrastrutture di TLC ma anche per la realizzazione di opere civili. Le competenze e la professionalita acquisite da ADS, in tutte le attivita svolte in Italia, saranno determinanti nello sviluppo delle infrastrutture, di cui la Colombia e quasi totalmente sprovvista.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.