STARTUP-Seejay: l’app che valorizza l’audience social lancia funding

VINO-Josetta Saffirio: quando la produzione vitivinicola è sostenibile e...

11 marzo 2015 Comments Off on IMPRESE-Speed MI Up: l’incubatore cerca 30 startup con sede a Milano Dalla home page

IMPRESE-Speed MI Up: l’incubatore cerca 30 startup con sede a Milano

Saranno selezionati fino a 30 progetti di aspiranti imprenditori, anche non italiani, o startup avviate da meno di 20 mesi. Unico requisito: stabilire la sede della propria attività nel capoluogo lombardo e c’è tempo fino al 16 aprile per candidarsi a entrare in Speed Mi Up, l’incubatore dell’Università Bocconi, Comune e Camera di Commercio di Milano e accedere alla formazione e tutoraggio da parte dei docenti Bocconi e di Formaper, Formazione e servizi per l’imprenditorialità, un percorso di due anni di incubazione che iniziano con tre mesi di “mindshaker meeting”, ovvero sessioni di formazione a cura di docenti della Bocconi, a metà tra il brainstorming e la lezione frontale, per affinare il business plan e i ferri del mestiere. Poi gli imprenditori iniziano a camminare in modo più autonomo, supportati però da un tutor che veglia sullo sviluppo dell’impresa.

Nel pacchetto Speed MI Up vi sono servizi che vanno dalla consulenza legale, contabile e fiscale al supporto nella comunicazione e media planning, oltre a servizi ICT  come il cloud computing, la disponibilità di  connessione a internet ad alta velocità, l’accesso alle banche dati e ai servizi online della Bocconi e gli spaazi di co-working. Non mancano la consulenza sull’accesso a finanziamenti ordinari e agevolati. Un supporto che si limita all’assistenza. Infatti, a differenza di altri incubatori, Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale. Una filosofia che porta, anzi, a chiedere alle imprese selezionate un contributo mensile di 590 euro (erano 500 nelle passate edizioni). Più o meno quanto il costo di due postazioni di coworking a Milano. A fronte però di una serie di benefit monetizzabili: il bando dell’edizione precedente, la quarta, stimava infatti in quasi 22.500 euro il valore dei servizi offerti.

Alcuni servizi sono offerti da partner qualificati, come PwC (consulenza su temi fiscali e legali), Armando Testa (comunicazione e media planning), Aruba (cloud computing), Innovhub (servizi per l’innovazione)
La selezione avverrà in base a un elevator pitch (in formato video di massimo 3 minuti), un business plan, il cv dei partecipanti e un eventuale colloquio.

Nel sito di Speed MI Up, sono disponibili un videocorso di 12 ore su come elaborare un business plan e le istruzioni per la realizzazione del video.
 I criteri di selezione saranno la qualità del gruppo imprenditoriale, la solidità dell’idea di business, la sua scalabilità e le potenziali ricadute in termini occupazionali.

Gli imprenditori selezionati lavoreranno a fianco delle startup già attive nell’incubatore, tra cui si registrano già casi di successo. Quattrocento, ad esempio, un’iniziativa di commercio elettronico di occhiali interamente prodotti da artigiani del bellunese, è stata segnalata da Forbes come una delle 15 start up da tenere d’occhio, in tutto il mondo, nel 2015. Cercaofficina.it, il sito che aiuta a scegliere il preventivo migliore per la riparazione dell’auto, è già attivo a Milano, Roma e Torino e ha recentemente ricevuto un finanziamento da Italian angels for growth (Iag), la maggiore associazione italiana di business angels. One Tray, che ha progettato un vassoio porta oggetti per gli aeroporti che consente di velocizzare il processo di controllo di sicurezza, ha al proprio attivo i primi contratti. SpeedyPlan, un sistema di gestione delle rotte dei camion, ha come primo cliente un importante marchio automobilistico. D1 Milano, che propone orologi pensati come accessori di moda, ha concluso il proprio periodo di incubazione, ha aperto uno showroom in una delle vie alla moda di Milano, corso Como, e ha appena lanciato la prima collezione di orologi termocromatici.

Comments are closed.