SICUREZZA – Informatica: Symantec Security Academy incontra gli studenti...

CRISI – Mutui, Adiconsum, sempre più famiglie non riescono...

23 novembre 2011 Comments (0) News

IMPRESE – Reti: Confindustria, raggiunti in anticipo i 200 contratti. Marcegaglia, segnale che le imprese reagiscono

Sono 200 i contratti di rete siglati che coinvolgono quasi 1000 imprese in tutto il Paese. L’obiettivo, inizialmente previsto a maggio 2012 e annunciato dalla Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia alle assise di Bergamo, e stato raggiunto con sei mesi di anticipo. Un traguardo ampiamente superato grazie all’impegno dell’agenzia di Confindustria Retimpresa che ha visto la forte e convinta adesione delle imprese. I contratti di rete sanciscono alleanze fra imprese appartenenti a tutte le regioni italiane nei molteplici settori, dal metalmeccanico ai servizi, dal tessile alle biotecnologie.

“Abbiamo creduto fortemente e sostenuto fin dal principio il contratto di rete per le reali potenzialita dello strumento – ha affemato la presidente Emma Marcegaglia – Il raggiungimento dei 200 contrati di rete e il segnale che le imprese vogliono reagire e che davvero e possibile restituire vitalita al nostro sistema economico. E’ necessario non fermarsi adesso ma considerare questo importante traguardo come un nuovo punto di partenza, affinche si possa continuare a lavorare insieme per rendere strutturale il contratto di rete. Bisogna ancora di piu rendere lo strumento a misura di impresa, intervenendo nella semplificazione delle procedure e degli aspetti tributari, facilitando l’inclusione di imprese estere nelle reti e agevolando la partecipazione alle gare pubbliche come previsto dallo Statuto delle imprese”.

“Voglio esprimere grande soddisfazione per la nascita di 200 contratti di rete – ha aggiunto Aldo Bonomi, vicepresidente per le politiche territoriali e i distretti industriali di Confindustria e presidente di RetImpresa -. Questo e un obiettivo molto importante che e stato raggiunto con ampio anticipo rispetto alle previsioni. E questo perche la rete ha dei reali punti di forza che permettono alle imprese di ottenere vantaggi economici notevoli in termini di innovazione, internazionalizzazione e accesso al credito in un momento di grande difficolta. Il numero cosi grande di nuovi contratti siglati dalle imprese e la prova dell’impegno profuso sul territorio con le associazioni territoriali a sostegno del nostro tessuto produttivo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.