PROFESSIONI – Formazione: le novita’ su Condominio, Filiazione e...

ELEZIONI – Cdm: niente voto per gli studenti di...

22 gennaio 2013 Comments (0) News

IMPRESE – Lucchini: Mise, dal tavolo l’impegno a dare prospettive a tutti i siti

Ad un mese dalla nomina del commissario straordinario, riunione al Mise del Tavolo Lucchini, per fare il punto della situazione e delineare le prossime tappe. All’incontro – presieduto dal sottosegretario Claudio De Vincenti – hanno preso parte: il commissario straordinario Piero Nardi, le istituzioni locali (alti dirigenti della Regione Toscana, il sindaco di Piombino Gianni Anselmi, il presidente della Provincia di Livorno Giorgio Kutufa, l’assessore alle Finanze della Regione Friuli Venezia Giulia Sandra Savino, l’assessore alle Politiche del Lavoro della Provincia di Trieste Adele Pino, l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Trieste Fabio Omero), parlamentari, sindacati nazionali e territoriali.

Nel suo intervento, il commissario straordinario ha rassicurato i presenti su due questioni preliminari: l’unitarieta degli impianti Lucchini e la tenuta occupazionale. Su quest’ultimo punto, Nardi ha manifestato la propria disponibilita – pur ribadendo l’impossibilita di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato – a trovare “soluzioni compatibili” dal punto di vista economico-finanziario.

Il sottosegretario De Vincenti- nel chiudere la riunione- ha apprezzato le modalita di un confronto che, con l’avvio dell’amministrazione straordinaria, ha fatto oggi registrare “novita nel contenuto e nei toni”. Quindi ha affermato che il Ministero seguira la vertenza lungo due binari: da una parte il Tavolo Lucchini in quanto tale (che verra riconvocato nell’arco di un mese, comunque prima della scadenza del Governo), dall’altra con confronti specifici dedicati a Piombino e Trieste, in attesa che sia pubblicato (data prevista, meta febbraio) il decreto che consentira di incardinare questi siti come aree di crisi industriale complessa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.