UE-Consumatori: poco esperti, ignorano i propri diritti

PMI-Napoli: 70% artigianato, commercio e servizi

11 aprile 2011 Comments (0) Dalla home page

IMPRESE- Italia – Afghanistan: previste anche Pmi rosa

C’e anche l’impegno a sviluppare in Afghanistan attivita imprenditoriali nel settore delle piccole e medie imprese in favore delle donne nel protocollo d’Intesa Italia – Afganistan al fine di promuovere una efficace cooperazione in campo economico e industriale. Ne ha dato notizia un comunicato del Ministero dello Sviluppo economico (Mise) nel quale si legge che con la firma del protocollo, le parti si impegnano a rafforzare i reciproci rapporti in numerosi settori industriali e per quanto riguarda le donne “potrebbero essere previste missioni ad hoc di imprenditrici, cosi come attivita di training, assistenza tecnica, trasferimento tecnologico”.

I campi di collaborazione dell’accordo riguardano: idrocarburi e risorse minerarie, incluso petrolio e gas naturale: la cooperazione sara supportata dal Mise e attraverso investimenti privati; impianti di generazione di energia, incluso fotovoltaico e pompe da acqua; sviluppo dell’aeroporto di Herat, per una migliore connessione con le rotte nazionali e internazionali; potenziamento della tratta Herat – Chest-i-Sharif: il Mise contribuira insieme al Ministero degli Affari esteri per favorire investimenti privati o partnership pubblico-private necessari alla costruzione della strada in questione, che e di primaria importanza nel garantire il collegamento tra Herat e Kabul; industria del Marmo: il Mise intende supportare la realizzazione di un distretto del marmo e di un centro servizi a Herat dove implementare programmi di assistenza tecnica; in questo senso e prevista la partecipazione delle aziende afghane del comparto al prossimo International Exhibition Marmomacc 2011 di Verona; industria tessile: e prevista la possibilita di creare un distretto e un centro servizi ad Herat per implementare lo sviluppo del settore; agricoltura, industria alimentare e imballaggio: il Mise si impegna ad implementare attivita specifiche relative a tecniche di produzione agricola, catene di fornitura, lavorazione, imballaggio e deposito dei prodotti; sviluppo del comparto delle pietre preziose e semi preziose e cemento; “trenchless technology”: installazione di condutture “senza scavo”, con minimo impatto ambientale

Il protocollo include anche la costituzione di un Business Council italo afgano per intensificare la rispettiva cooperazione economica e commerciale. E’ prevista infine la possibilita di dedicare speciali aree economiche alle aziende italiane in modo da facilitare l’afflusso degli investimenti nazionali in Afghanistan. Due gruppi di lavoro coordineranno l’attuazione delle suddette attivita, riunendosi ogni sei mesi alternativamente in Italia e Afghanistan.

L’accordo e stato firmato dal ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, dopo aver incontrato il presidente Hamid Karzai, con il ministro degli Esteri afghano, Zalmay Rassoul, il ministro delle Miniere, Wahidullah Sharhani e il ministro dell’Economia Abdul Hadi Arghandiwal. ( Nella foto, donne al lavoro a Herat, in Afghanistan, per estrarre zafferano dalla pianta del Crocus sativus – di Majid Saeedi, Getty Images)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.