LAVORO – Apprendistato: un quarto delle imprese prevede di...

LAVORO – Formazione: fondi europei per le Università

22 novembre 2012 Comments (0) News

IMPRESE – Eurallumina: Mise, firmato accordo per ripresa produttiva

E’ stato sottoscritto oggi, al Ministero per lo Sviluppo economico (Mise), il protocollo d’intesa che fissa un percorso condiviso con Rusal per la ripresa produttiva di Eurallumina, l’impianto di Portovesme fermo da oltre tre anni.

A firmare l’accordo sono stati: il ministro dello Sviluppo sconomico Corrado Passera, il first deputy di Rusal (proprietaria dell’impianto) Vladislav Soloviev , l’amministratore delegato di Eurallumina Vincenzo Rosino, il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, il viceministro del Dicastero del Lavoro Michel Martone, il presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, quello della Provincia del Sulcis Iglesiente Salvatore Cherchi, il sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera e l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri.

Prima della breve cerimonia per la firma del memorandum of understanding, ha spiegato il Mise, ”le organizzazioni sindacali e le Rsu aziendali – in una riunione presieduta dal sottosegretario Claudio De Vincenti – hanno manifestato apprezzamento per l’intesa raggiunta e annunciato formalmente la loro sottoscrizione del testo”.

Il protocollo d’intesa prevede studi di fattibilita e investimenti, anche con il sostegno pubblico, sulla linea produttiva e, sul fronte energetico, la realizzazione di una nuova caldaia, nel quadro di una sostenibilita ambientale dello stabilimento. In forza di tali investimenti, viene cosi assicurato il futuro produttivo e occupazionale di Eurallumina.

”Con la firma di oggi, si definisce un percorso chiaro e concreto per la ripartenza di Eurallumina – ha detto Passera – per ottenere questo risultato sono state importanti la determinazione e la volonta di tutte le persone che ci hanno creduto. Con l’impegno congiunto delle istituzioni nazionali e locali e delle forze sociali il Sulcis puo avere un futuro, industriale e occupazionale. Noi ci crediamo e continuiamo a lavorare intensamente affinche anche per le altre aziende in crisi della zona si possa trovare una soluzione”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.