PMI – Federlazio: è Mocci il nuovo direttore generale...

AMBIENTE – Ecoclean: arriva il superassorbente a base di...

7 luglio 2014 Comments (0) News

IMPRESE – Conoscere per programmare: gestione associata delle attività camerali e collaborazioni istituzionali per il monitoraggio dell’economia. A Bologna, martedì 8 luglio

Raggiungere economie di scala e di specializzazione, cioe spendere meno accrescendo la capacita di fornire informazione economica. E’ l’obiettivo perseguito dal sistema camerale attraverso iniziative di gestione associata a livello regionale delle attivita di monitoraggio delle economie locali. Questo argomento sara al centro dell’incontro che si terra martedi 8 luglio dalle ore 14,30 nella sede di Unioncamere Emilia-Romagna in viale Aldo Moro 62 a Bologna.

Si tratta di un percorso che in Emilia-Romagna ha gia prodotto risultati tangibili. E’ possibile stimare, infatti, un risparmio per il sistema camerale a livello regionale vicino al 39% per l’acquisto di banche dati ed indagini. Non solo, la gestione associata ha permesso alla rete emiliano-romagnola delle Camere di commercio di affrontare in maniera piu strutturata il Censimento dell’industria e dei servizi durante il quale e stata data una risposta coordinata a molte delle criticita emerse, evitando il duplicarsi degli sforzi sui singoli territori, in modo da generare evidenti vantaggi non solo economici, ma anche organizzativi.

Nella prima sessione dell’incontro di studio saranno presentate alcune esperienze di gestione associata avviate dal sistema camerale in ambito regionale riguardo alle attivita di studi e statistica, prima fra tutte quella dell’Emilia-Romagna.

La tavola rotonda che seguira sara l’occasione per valutare le prospettive di collaborazione tra alcuni dei principali soggetti attivi nell’informazione economica: ISTAT, Regioni, Universita, Banca d’Italia, Ervet e Sistema camerale, considerando il crescente fabbisogno di informazioni economiche a livello territoriale richiesto dalle istituzioni comunitarie.

L’obiettivo e individuare ambiti comuni di lavoro da mettere in rete, al fine di realizzare una “bussola” in grado di meglio orientare gli interventi pubblici per elevare la competitivita delle imprese e dell’economia regionale.

Sono diverse le collaborazioni che si sono gia concretizzate nel tempo, ma l’obiettivo e di andare anche oltre. Ad esempio, Unioncamere Emilia-Romagna ed Ervet sono gia impegnate nell’elaborazione di un programma comune di attivita.
POSSIBILITA’ DI SEGUIRE L’EVENTO DAL VIVO
streaming3.infocamere.it/ucer

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.