PMI – Avviso comune: ancora più di 2 mesi...

REGIONI -Lazio: piano turismo è un importante strumento

7 novembre 2010 Comments (0) Dalla home page

IMPRESE – Business: Brasile e Perù nuove frontiere

Meccanica, prodotti chimici e plastici, agroalimentare sono i settori trainanti del rapporto tra le imprese emiliano romagnole e quelle dei Paesi dell’America Latina che offrono un’incredibile varieta di possibilita imprenditoriali, sia materie prime, sia prodotti finiti e forza lavoro, in una vasta gamma di settori produttivi. Lo ha reso noto un comunicato di Unioncamere Emilia-Romagna sottolineando che “ci sono anche realta aziendali emiliano-romagnole nel gruppo di imprese impegnate fino a venerdi prossimo nella missione imprenditoriale multisettoriale in Brasile e Peru”, l’iniziativa, promossa da Unioncamere italiana con l’organizzazione tecnica di Promofirenze e la collaborazione di Unioncamere Emilia-Romagna che prevede tappe a San Paolo e Lima dove sono in programma incontri b2b con operatori locali.
Secondo i dati Istat relativi al primo semestre del 2010, nonostante rappresentino solo una quota del 3,5% – ha ricordato Unioncamere Emilia-Romagna – le esportazioni regionali hanno realizzato nel semestre un incremento del 35,9%, ben superiore all’aumento del 19,7% registrato dall’export totale e anche al + 28,8 % delle esportazioni italiane verso l’America Centro-Meridionale. Nel primo semestre l’export regionale verso l’area e stato di 710 milioni di euro pari al 14% del livello nazionale con un incremento nel periodo di quasi il 36%. Il Brasile produce da solo oltre il 50% del Pil sud americano ed e destinato secondo gli analisti a diventare la quinta potenza al mondo entro il 2013, mentre il Peru e forse il piu dinamico in questo momento come ritmo di crescita: quindi, il subcontinente latino americano e quindi un’area quindi con significativi spazi di crescita e sta acquisendo sempre piu importanza nei piani di internazionalizzazione camerali. Questo anche grazie alla forte complementarieta naturale che esiste tra le Pmi italiane e quelle latinoamericane, molte delle quali guidate da imprenditori di origine italiana.
Su queste basi si muove anche il Progetto America Latina di cui sono partner Promofirenze (struttura per l’internazionalizzazione della Camera di commercio di Firenze), Unioncamere Toscana ed Emilia-Romagna oltre a Interamerican Investment Corporation (IIC) a cui si e aggiunta di recente la Banca Monte dei Paschi di Siena, che, grazie all’accordo con il Gruppo bancario Santander, tra i piu radicati nel continente sudamericano, offrira alle Pmi la propria assistenza nello sviluppo dei rapporti commerciali ed industriali con le controparti latino americane. “Il progetto America Latina, giunto al suo quinto anno di vita- conferma il segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna, Ugo Girardi – e sempre piu concreto nel favorire lo sviluppo di rapporti di collaborazione e per il numero di imprese iscritte, a oggi circa 800. Missioni imprenditoriali, incoming, momenti di informazione, danno la possibilita alle aziende emiliano-romagnole e toscane di avvicinarsi alle realta centro-sudamericane e di utilizzare i finanziamenti proposti dalla Investement Corporation e le oltre 30 strutture a disposizione, per rafforzare la propria posizione su quei mercati”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.