INNOVAZIONE – Associazione ItaliaCamp: largo ai giovani

FRODI – Online: vademecim Adiconsum per tutelarsi

5 luglio 2010 Comments (0) Approfondimenti

IMPRESE – Medie e grandi: fondo di salvataggio

L’impresa che intende accedere agli interventi del Fondo – operativo dal 5 luglio – deve presentare la domanda ad Invitalia spa- Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. E’ stato pubblicato, infatti,  sulla Gazzetta Ufficiale del 25 giugno scorso il decreto del ministro dello Sviluppo economico attuativo della delibera Cipe n. 110 del 18/12/2008 fissa i criteri di priorita nella valutazione delle domande in relazione agli indirizzi adottati dal Governo in materia di politica industriale. Il Fondo ha una dotazione finanziaria di 35 milioni di euro e, in conformita agli Orientamenti europei sugli aiuti di Stato, riguarda interventi: per il salvataggio (consistenti in un sostegno finanziario temporaneo e reversibile, non superiore a 5 milioni, della durata massima di sei mesi, finalizzato a mantenere in attivita l’impresa per il tempo necessario ad elaborare un piano di ristrutturazione o di liquidazione) e per la ristrutturazione, (basati su un piano industriale e finanziario finalizzato a ripristinare la redditivita a lungo termine dell’impresa). In entrambi i casi l’aiuto viene erogato sotto forma di garanzia di natura solidale (ai sensi dell’art. 1944 del codice civile), su finanziamenti bancari contratti dall’impresa.

Potranno accedere agli aiuti le imprese in difficolta organizzate in forma di societa di capitali che rientrino nella definizione di media impresa e grande impresa, non siano operanti nei settori del carbone, dell’acciaio, della pesca, dell’acquacoltura e del settore agricolo, e soprattutto per le quali non siano state presentate istanze giudiziali per l’accertamento dello stato di insolvenza. Le domande devono essere inviate a Invitalia, la quale, verificata la completezze e correttezza della documentazione presentata, le trasmette all’esame del Comitato di valutazione tecnica. Il Comitato esprime il proprio parere ai fini della successiva concessione dell’aiuto di Stato o della notifica dello stesso alla Commissione europea, nel caso di aiuti a grandi imprese. La presentazione delle domande potra avvenire fino a esaurimento delle risorse del Fondo. Le comunicazioni relative all’esaurimento delle risorse o al rifinanziamento del Fondo saranno pubblicate sul sito internet del Ministero dello Sviluppo economico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.