MADE IN ITALY – Impatto zero: Itaca calcola le...

PROFESSIONI – Dottorati: il lavoro comunicativo come professione

11 aprile 2010 Comments (0) News

IMPRESE – Incentivi: Ceced, utili per sostenere settore elettrodomestici

Anche se limitati nel tempo e nella quantita, gli incentivi previsti dal recente decreto del Governo per l’acquisto di elettrodomestici sono utili per sostenere un settore che sta consolidando le condizioni e gli scenari per la crescita sostenibile, e il mantenimento delle capacita industriali e dei posti di lavoro in Italia. Lo ha affermato in una nota il Ceced Italia, l’associazione di Confindustria che riunisce oltre 100 aziende che operano in Italia nella produzione di apparecchi domestici e professionali con un’occupazione di circa 130mila addetti, diretti e indiretti. L’associazione ha spiegato che “non hanno alcuna attendibilita le ipotesi sulla quantita limitata di elettrodomestici che potranno essere acquistati dal 15 aprile con gli incentivi previsti dal recente decreto del Governo. Cifre varie, si legge nella nota, sono state recentemente pubblicate da alcuni quotidiani: si tratta di calcoli grossolanamente errati, che non trovano rispondenza nella realta del mercato e nel perimetro di applicazione del decreto”.

Per il Ceced, e “significativo che per la prima volta l’incentivazione segua una logica di filiera, integrando cucine ed elettrodomestici, entrambi espressioni della qualita superiore e del valore del Made in Italy”. L’incentivazione e stata concessa ai prodotti piu ecologici, identificati dall’etichetta energetica nelle Classi di eccellenza, che assicurano il minor consumo di elettricita e, di conseguenza, la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera. Nella nota il Ceced ha sottolineato che “non sono state incentivate altre tipologie di elettrodomestici con etichetta energetica, in particolare i climatizzatori, che hanno raggiunto livelli molto elevati di efficienza energetica grazie ai forti investimenti dei produttori. In un mercato in crisi, in quanto legato all’andamento negativo dell’edilizia residenziale, gli incentivi avrebbero potuto dare un contributo importante, dopo due anni di forte calo delle vendite”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.