ENERGIA – Fotovoltaico: SolarWorld, altri 500 posti

LAVORO – La Regione Puglia soccorre comparto tessile

29 settembre 2009 Comments (0) Dalla home page

IL PUNTO – Partecipazione dei lavoratori Ue agli utili

Anche se in varie forme e presente nella maggior parte dei Paesi europei

Per incoraggiare una piu massiccia adesione a questo strumento in un maggior numero di Stati membri, la Commissione europea ha pubblicato nel 2002 una comunicazione sul “Quadro per la promozione della partecipazione finanziaria dei lavoratori dipendenti”, riferito in modo particolare alle Pmi, ma ancora oggi la partecipazione dei lavoratori agli utili  d’impresa e poco utilizzata. Infatti, la partecipazione dei lavoratori agli utili dell’impresa, in una forma o nell’altra, e presente nella maggior parte dei Paesi europei, se pur con differenze rispetto alle tipologie di regimi utilizzati con una presenza molto disomogenea all’interno della Ue, come rileva un’analisi della Fondazione europea di Dublino per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro. Alcuni Stati membri sostengono la partecipazione finanziaria mediante incentivi fiscali e altre forme previste dalla legge. I piani di partecipazione azionaria per tutti i lavoratori dipendenti (comprese le opzioni di sottoscrizione) sono relativamente diffusi nei paesi in cui sono previsti piani di risparmio a supporto dell’acquisizione di azioni. Inoltre, in generale, la partecipazione finanziaria si e diffusa soprattutto nelle grandi aziende europee, mentre le piccole e medie imprese incontrano problemi particolari nell’introdurre regimi di questo genere, in termini anche di costi elevati e aggravio amministrativo.
Nei Paesi dove la partecipazione, generalmente intesa, esiste da piu tempo, le stesse organizzazioni sindacali godono di diritti di partecipazione o in qualche modo entrano nelle istituzioni partecipative. Ad esempio, in Svezia il sindacato, unitario e fortemente centralizzato, controlla la partecipazione interna a livello societario, in quanto ha il diritto di nominare due membri permanenti del consiglio di azienda, senza per questo venir meno alla funzione contrattuale. In Germania, dove piu forte che altrove e l’esperienza partecipativa, essendo anche tutto il sistema fondato su relazioni industriali piu solidaristiche, l’organizzazione sindacale e presente sia nei consigli di unita produttiva che in quelli di sorveglianza, dove c’e anche una forma di contrattazione tra azionisti e dipendenti e permangono elementi di potenziale conflitto e contraddizione. In Francia la rappresentanza del personale ha di fatto assunto competenze contrattuali, che si sono pero poste in concorrenza con l’attivita dei rappresentanti sindacali, generando conflitti tra le due forme di intervento: e il timore di un indebolimento del sindacato ha fatto si che partecipazione si esprima soprattutto come partecipazione finanziaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.