IMPRESE-Wip:Benedetti candidato ambientalista dell’anno

CRISI-Contagio: Tremonti, ricomprare i titoli di Stato

10 ottobre 2012 Comments (0) Dalla home page

GOVERNO-Stabilità: Cdm, tagli ma anche +1 all’Iva

Dopo otto ore di riunione, terminata oltre le 2 di notte, il Consiglio dei ministri ha deciso la legge di Stabilita ma non ha scongiurato l’aumento dell’Iva, che scattera dal prossimo luglio ma sara di un solo punto: dal 10 all’11% e dal 21 al 22%, mentre cala l’Irpef. Sara, infatti, ridotta l’aliquota sul primo e sul secondo scaglione: dal 23 scende al 22%, dal 27 al 26%. Per i redditi superiori ai 15mila euro si introduce una franchigia di 250 euro per alcune deduzioni e detrazioni Irpef e, per le sole detrazioni, si fissa il tetto massimo di detraibilita a 3mila euro. Anche le pensioni di guerra e di invalidita saranno soggette ad Irpef.

Le risorse della legge di stabilita saranno reperite, oltre che con la spending review, anche con la Tobin Tax – la tassa sulle transazioni finanziarie da cui saranno esclusi i titoli di Stato – e con una revisione delle ‘tax expenditures’ (riduzioni del debito d’imposta: deduzioni, detrazioni, esenzioni, le quali, riducendo il gettito, producono sul bilancio pubblico un effetto analogo ad aumenti di spesa – ndr). Poi Saranno posticipate di 5 anni le deduzioni riconosciute alle banche per il maggior valore riconosciuto al riallineamento per l’imposta sostitutiva.

Nuovi tagli al fabbisogno del servizio sanitario nazionale per un miliardo a regime: un taglio di 1,5 miliardi grazie a una ulteriore riduzione della spesa per l’acquisto di beni, servizi e dispositivi medici e una stretta sui permessi previsti dalla legge 104/1992 per il disabile o per la cura di parenti affetti da handicap.

Confermato il blocco dei contratti per gli statali fino al 2014. Per il 2013-2014 non sara erogata neanche l’indennita di vacanza contrattuale che tornera nel 2015 calcolata sulla base dell’inflazione programmata. Gli aumenti salariali aziendali saranno tassati nel 2013 al 10% entro il limite di 3.000 euro lordi, per una spesa di oltre un miliardo nel 2013 e poco meno della meta nel 2014. La retribuzione per i giorni di permesso (tre al mese) scende al 50% a meno che i permessi non siano fruiti per le patologie del dipendente stesso della P.A o per l’assistenza ai figli o al coniuge.

Per quanto riguarda il capitolo dei tagli alle Regioni, salgono a 1 miliardo i tagli lineari previsti dalla prima spending review per le regioni a statuto speciale. Piu 160 milioni alla Campania e circa 130 milioni per il Fondo per i comuni in condizioni di predissesto. Previsto anche il blocco all’affitto e all’acquisto di nuovi immobili da parte di tutte le amministrazioni pubbliche, all’acquisto e al leasing di autovetture. Prevista una stretta anche per l’acquisto di arredi e per le spese di consulenze informatiche. Inoltre, verra rafforzata la capacita di controllo sui bilanci degli enti locali, che fara leva sulla Corte dei Conti, sui servizi ispettivi della Ragioneria Generale dello Stato e sulla Guardia di Finanza. Non solo E’ stata istituita con la legge di stabilita la figura del Commissario anticorruzione che presiedera la Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrita delle amministrazioni pubbliche. Il ddl relativo ha ricevuto in nottata l’ok della commissione Giustizia e Affari costituzionali del Senato. Oggi, mercoledi 10 ottobre, il testo sara in aula a Palazzo Madama.

Il pagamento degli arretrati della Pubblica amministrazione sara finanziato con il piano di dismissioni finalizzato a pagare il debito pubblico.

Con la legge di Stabilita e stato modificato il testo riguardante l’Imu per gli immobili non commerciali e quindi anche della Chiesa in modo da definire il quadro regolatorio ‘in tempo per il periodo annuale di imposta’ che decorre dal 1 gennaio 2013.

Sara sotto forma di decreto del presidente Consiglio dei ministri il provvedimento che dara il via all’operazione “Cieli bui” per finalita di contenimento della spesa pubblica, di risparmio di risorse energetiche, nonche di razionalizzazione e ammodernamento delle fonti di illuminazione in ambienti pubblici attraverso lo spegnimento dell’illuminazione ovvero suo affievolimento, anche automatico, attraverso appositi dispositivi, durante tutte o parte delle ore notturne; individuazione della rete viaria ovvero delle aree, urbane o extraurbane, o anche solo di loro porzioni, nelle quali sono adottate le misure dello spegnimento o dell’affievolimento dell’illuminazione, anche combinate fra loro con ndividuazione dei tratti di rete viaria o di ambiente, urbano ed extraurbano, ovvero di specifici luoghi ed archi temporali, nei quali, invece, non trovano applicazione tali misure, individuazione delle modalita di ammodernamento degli impianti o dispositivi di illuminazione, in modo da convergere, progressivamente e con sostituzioni tecnologiche, verso obiettivi di maggiore efficienza energetica dei diversi dispositivi di illuminazione.. Anche gli Enti locali sono chiamati a fare la loro parte, adeguando i loro ordinamenti alle nuove disposizioni.

lnoltre, il Consiglio dei ministri ha approvato anche nuove risorse per gli esodati, che verranno dal cosiddetto Fondo Letta e nuove misure per sbloccare i pagamenti da parte della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese. Ok alla vendita dei beni demaniali attraverso fondi immobiliari, alla crescita dei bugdet per le Universita, a un nuovo fondo di quasi 800 milioni di euro per finanziare studi, progetti, attivita e lavori.

Stanziati, inoltre, 1,6 miliardi a partire dal 2013 per il trasporto pubblico locale mentre 800 milioni di euro sono stanziati per la RFI e 300 milioni per l’Anas. Sono 300 invece i milioni di penalita per lo stop al Ponte di Messina. Per quanto riguarda poi le quote latte, torna sotto la gestione di Equitalia la riscossione delle multe per lo sforamento delle quote latte.

Il Consiglio dei ministri ha approvato infine il disegno di legge sulla riforma del Titolo V della Costituzione, ovvero la ripartizione delle competenze tra Stato e Regioni. Cosi porti, aeroporti ed energia tornano sotto l’esclusiva competenza dello Stato. La materia del turismo e stata altresi trasferita dalla competenza esclusiva delle Regioni alla competenza concorrente dello Stato e potra quindi introdurre una sua disciplina. Passano alla legislazione esclusiva dello Stato anche “l’armonizzazione dei bilanci pubblici” e il “coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario”. E si modifica tra l’altro l’articolo 117 della Costituzione, aggiungendo alle materie attribuite alla competenza esclusiva dello Stato, (poiche appare “piu congruo, anche per l’incidenza di normative europee”), “porti marittimi e aeroporti civili, di interesse nazionale e internazionale (restano concorrenti quelli di interesse regionale), grandi reti di trasporto e navigazione; ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia”. Il provvedimento introduce inoltre una formula di ‘preminenza/salvaguardia’ che affida allo Stato, a prescindere dalla ripartizione delle competenze legislative con le Regioni il compito di garante dei diritti costituzionali e dell’unita della Repubblica. Sui bilanci delle Regioni c’e anche il controllo della Corte dei Conti. Anche le Regioni a Statuto speciale dovranno attenersi al principio dell’equilibrio di bilancio e al patto di stabilita.

Infine, il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, ha disposto lo scioglimento per contiguita mafiose del Consiglio comunale di Reggio Calabria. La proposta del ministro, deliberata dal Cdm, dovra ora essere rivolta al presidente della Repubblica che emanera un decreto, contro il quale e ammesso il ricorso al Tar e al Consiglio di Stato. Lo scioglimento dell’ente comunale comportera la nomina della terna commissariale che restera in attivita per 12/18 mesi prorogabili ulteriormente fino a 24.

(Foto: laboratorio fotografico Chigi)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.