CROWDFUNDING-Eppela: campagna per TR-HANDY, abiti per tutti, anche disabili

SVILUPPO-Energia: ministro Calenda incontra commissario Ue Canete

2 dicembre 2016 Comments Off on GIOVANI E LAVORO-Stati Generali dei Giovani: organizzato da AIDP, si è svolto ieri a Perugia Dalla home page

GIOVANI E LAVORO-Stati Generali dei Giovani: organizzato da AIDP, si è svolto ieri a Perugia

«Motivo di questo evento è la necessità di concentrarsi sulle possibilità che il mercato del lavoro offre, piuttosto che sulle difficoltà»: sta in questa frase di apertura dei lavori fatta dalla presidente AIDP Umbria, Adriana Velazquez, il succo di “Stati Generali dei Giovani”, evento no stop che si è tenuto ieri alla Sala dei Notari di Perugia.

Istruzione, formazione e lavoro. Tanti i giovani presenti alla prima edizione di questo evento voluto, finanziato e organizzato da AIDP Umbria, l’Associazione italiana per la direzione del personale, con il supporto di AIDP Nazionale Giovani, e patrocinato, tra gli altri, dal Comune di Perugia, Regione Umbria e Rai Umbria. Presenti all’evento anche una cinquantina di giovani studenti delle zone terremotate di Norcia e Cascia.

Mettere in condizioni i giovani di conoscere le aziende e le aziende i giovani, fare emergere le originalità, valorizzare il talento dei giovani. Ad emergere dai numerosi e qualificati interventi, è stato un messaggio di speranza per le giovani generazioni alle prese con il lavoro sempre più difficile da trovare.

Si è parlato di “alleanza generativa”, necessaria a “ridare ai millennials il futuro scippato, ma anche di “grandissima opportunità data dalla Rete” e della necessità di interrogarsi sui nuovi modelli di società verso i quali andiamo. L’obiettivo è “ripensare a un’alternanza scuola lavoro”, ma anche al concetto di “raccomandazione”che come tale non funziona più in tempo di crisi, dove sono necessari la relazione, il talento e la competenza per non mandare all’aria l’impresa.

I cambiamenti velocissimi di oggi, è stato detto ancora, devono portare a vedere il mercato che cambia come una possibilità. Necessario è per il giovane avere coscienza di quello che sa fare. Ma i direttori di personale come scelgono i candidati da assumere?

«Conta poco il curriculum», è stato detto, «molto invece conoscere l’inglese e aver fatto esperienza all’estero», l’uso del computer e saper lavorare in gruppo, sapersi presentare e valorizzare, «lavorare non in modalità oraria ma di utilità», saper risolvere i problemi.

Curiosità, entusiasmo, passione e talento sono elementi fondamentali per chi si candida per un lavoro.

Non è vero che tutte le aziende vanno male, è stato detto ancora. «Nel settore tessile, per esempio, l’alto profilo dell’artigianato in Italia ha determinato che tutte le aziende mondiali di alto livello vengano in Italia a produrre», ma manca il ricambio generazionale.

Ancora. Le leggi non fanno il lavoro ma lo aiutano: siamo indietro rispetto all’aggiornamento delle leggi, soprattutto quelle che regolano l’apprendistato.

Tutti i lavori sono buoni? No, bisogna tenere presente quantità e qualità. «Attenzione alla flessibilità che si trasforma in precarietà  e porta alla povertà».

Tra i numerosi e qualificati relatori  l’HR manager della Ducati, Luigi Torlai; Isabella Covili Faggioli, presidente nazionale AIDP; l’assessore del Comune di Perugia Michele Fioroni, (Sviluppo economico, marketing territoriale, progettazione europea); don Riccardo Pascolini, presidente del Forum degli Oratori Italiani; Romano Benini, docente all’Università la Sapienza di Roma; David Trotti, coordinatore nazionale – Centro Studi AIDP; Simona Petrozzi, presidente Giovani Imprenditori Confcommercio Toscana; l’imprenditore Alfredo Mattiroli, International Fashion Consulting; Ramon Magi, Presidente Eurodesk Italy; Luca Ferrucci, Dip. di Economia dell’ateneo perugino; Adriano Bei, dirigente Regione Umbria del Servizio Apprendimenti, Istruzione e Formazione professionale; Antonio Guarrera,  HR Manager Aboca; Beatrice Baldaccini, HR & Communication Director di Umbra Cuscinetti.

Testimonianze, tavole rotonde, spunti. Numerose le domande rivolte dai giovani a chi lavora nelle imprese, in particolare ai soci AIDP Umbria rappresentanti delle aziende di ricerca e selezione del personale e non, ai desk nella Sala dei Sindaci di Palazzo dei Priori.

I giovani, infine, protagonisti della comunicazione online  di “Stati Generali dei Giovani”, affidata agli  studenti che frequentano il corso di “Strategie di comunicazione in rete” all’Università di Perugia. Il loro lavoro è reperibile su FACEBOOK: Stati generali dei giovani; TWITTER: @StatiGenGiovan; MEDIUM:Perugia Giovani.

Comments are closed.