CRISI-Mageritalia: quadri per innovare e competere

PMI-Mediocredito Italiano/Sace Bt: sostegno a cinema e tv

10 giugno 2013 Comments (0) Dalla home page

LAVORO-Alte professionalità: Flamment, stop sistema bloccato

E’ intervenuto anche il presidente Formez, Carlo Flamment, al convegno della Fapap, la nuova federazione delle alte professioni, presso l’aula polifunzionale della Presidenza del Consiglio “sulla valorizzazione del talento e del merito”. Promossa da DirCredito (associazione sindacale nazionale dell’area direttiva in ambito creditizio, finanziario e bancario) e da Snfia (sindacato nazionale funzionari imprese assicuratrici), l’organizzazione indipendente si propone di rappresentare le istanze di una sempre piu vasta fascia di lavoratori appartenenti al “middle management”.

Flamment ha parlato ai dirigenti dei settori bancari e assicurazioni, ma anche a sindacalisti e classe dirigente presente. “La classe dirigente del Paese deve avere oggi – ha rilevato il presidente Formez – il coraggio di affrontare malcontento e dissenso, ma mettere fine al sistema bloccato che fa del nostro Paese quello con la piu alta disoccupazione giovanile, ed allo stesso tempo quello in cui i redditi piu alti sono concentrati negli over 60. Il modello salariale di curva crescente in tutta la vita lavorativa era funzionale, e poteva coincidere con la produttivita, quando la crescita di conoscenza e di capacita era legata alla esperienza lavorativa; nell’era di internet non e piu cosi e la curva di reddito dovra adeguarsi a quella degli altri paesi occidentali in cui il massimo della produttivita ( legata a nuove forme di conoscenza) e tra i 45 e 55 anni, e cominciare a concepire che poi possa decrescere”.

“La classe dirigente ( sia essa politica, sindacale o manageriale) deve affrontare – ha sottolineato Flamment – questo cambiamento culturale, e concepire un sistema che premi il merito e la produttivita, dall’altro lato garantendo le categorie piu deboli con un sistema di welfare moderno, e non con ingessature di tutto il mondo del lavoro e dell’impresa”.

20130608114732Oltre agli organizzatori Marino D’Angelo e Maurizio Arena, presidente e segretario generale Fadap, e Flamment sono intervenuti Pier Luigi Celli, direttore generale Universita Luiss G.Carli; monsignor Lorenzo Leuzzi, direttore Pastorale Universitaia Vicariato di Roma; Maurizio De Tilla, presidente di “Le Professioni per l’Italia”; Dario Focarelli, direttore generle ANIA e Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Abi. Fra i diversi interventi segnaliamo anche quello di Pier Luigi Celli, secondo il quale il merito finisce per essere argomento da convegni e da libri lontano dalla realta. La meritocrazia nelle aziende diviene una sorta di ideologia che si concentra solo sul risultato, trascurando il fatto che il merito non e solo risultato ma sforzo, sacrificio e fatica.

Nella tavola rotonda conclusiva, maggiormente centrata sui due settori, quello bancario e quello assicurativo, si e registrata una sintonia, se pur concepita dai diversi punti di vista, sulla esigenza ormai ineludibile di legare il fattore salariale al fattore produttivita. Quali che siano gli sviluppi nelle future negoziazioni, un fatto e innegabile: i partecipanti hanno raccolto lo stimolo a riflettere su quella che appare come una rivoluzione copernicana nella costruzione delle politiche salariali, specialmente con riferimento alle Alte Professionalita. Dal convegno non sono stati lanciati solo stimoli a riflettere, ma anche proposte concrete. Sulla “Staffetta Generazionale”, Marino D’Angelo ha segnalato il recente accordo in Francia in base al quale viene favorita l’assunzione di 2000 giovani non legata ai licenziamenti di altrettanti anziani, secondo l’impostazione dei “vasi comunicanti”. Al contrario l’assunzione e condizionata dall’obbligo di mantenere in servizio un numero analogo di anziani, anche col compito di trasferire ai new entry il bagaglio prezioso di conoscenze.

Maurizio Arena ha lanciato l’iniziativa di Fadap, definita Call for ideas; una campagna aperta dal 15 giugno al 15 settembre, rivolta al mondo accademico, sindacale, associativo e imprenditoriale con focus sulle Alte professionalita e sul middle management. L’obiettivo enunciato e di raccogliere idee plurali che saranno, poi, analizzate da una commissione di esperti e, quelle selezionate, inserite in un documento che Fadap presentera in occasione di un altro importante evento previsto in autunno: il Premio Alte Professionalita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.