LAVORO – Ambienti sani: possibile grazie al disinfettante biodegradabile...

SEMPLIFICAZIONI – Decreto del fare: punto per punto (circolare...

17 settembre 2013 Comments (0) News

FISCO – Imu: Confindustria, eliminarla su beni strumentali imprese

Riteniamo che, in prospettiva, l’Imu sui beni strumentali utilizzati direttamente dalle imprese nel processo produttivo vada completamente eliminata, non appena si rendano disponibili le risorse necessarie’. Lo ha ribadito Andrea Bolla, presidente del Comitato Tecnico Fisco di Confindustria nel corso di un’audizione alle Commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera sul decredo legge riguardante l’Imu .

Secondo Bolla si deve ”garantire che l’aliquota Imu applicabile ai beni strumentali d’impresa sia un’aliquota ridotta rispetto a quella ordinaria, come correttamente previsto in sede originaria; restituire certezza alle modalita’ di determinazione della base imponibile, escludendo chiaramente tutti gli impianti e macchinari delle imprese dal concorso alla determinazione della rendita catastale, coerentemente con il principio gia’ affermato per cui i fattori della produzione – e gli impianti e i macchinari in particolare – non possono essere trattati come patrimoni da tassare; sospendere l’incremento da 60 a 65 del moltiplicatore relativo ai fabbricati del gruppo catastale D per l’anno 2013; limitare l’applicazione dell’Imu sui capannoni che non sono utilizzati dalle imprese, anche alla luce del fatto che il grave periodo di crisi economica ha costretto molte imprese ad una riduzione dell’attivita”’.

Il vicepresidente di Confindustria si e poi voluto soffermare in particolare ”sull’urgenza di introdurre, gia’ in sede di conversione in legge del presente decreto e in attuazione di quanto espressamente previsto dal decreto n. 54/13, una norma di sistema che introduca la piena deducibilita’ dal reddito d’impresa dell’IMU corrisposta sui fabbricati direttamente utilizzati come beni strumentali dall’impresa, appartenenti al gruppo catastale D”.

Secondo Bolla, inoltre, ”e essenziale che la deducibilita’ sia estesa anche all’Irap, anche al fine di non penalizzare quelle imprese che, stante la perdurante crisi economica, non realizzano utili e per le quali la deducibilita’ dell’Imu dalle sole imposte sui redditi non avrebbe in concreto effetti immediati”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.