L. ELETTORALE – Camera: in Aula martedì 4 marzo...

GOVERNO – Cdm: convocato per oggi, venerdì 28 febbraio....

27 febbraio 2014 Comments (0) News

FISCO – Camera: ok con 309 si’, via libera definitivo alla delega. Rete imprese, bene delega ma ora si proceda a taglio tasse

L’Aula della Camera ha dato il via libero definitivo alla delega fiscale. 309 i voti a favore, nessun contrario, 99 gli astenuti. Spettera’ ora al governo varare i decreti delegati.

‘La Delega per la riforma fiscale, approvata oggi dal Parlamento, rappresenta l’occasione per ridurre la pressione fiscale sul lavoro e sulle imprese e per diminuire il peso degli adempimenti a carico dei contribuenti”. Rete Imprese Italia, in una nota, chiede ora di accelerare l’emanazione dei decreti delegati. ”Il DDL approvato oggi – prosegue Rete imprese – contiene importanti e condivisibili indirizzi, primo tra tutti l’istituzione del fondo per la riduzione della pressione fiscale, che dovra’ essere coordinato con l’analoga previsione contenuta nella legge di Stabilita’ 2014. Ci attendiamo, gia’ dal prossimo anno, che tutte le maggiori entrate incassate dalla lotta all’evasione, dalla ‘spending review’, nonche’ dalla revisione delle ‘tax expenditures’, siano destinate, inderogabilmente, alla riduzione della pressione fiscale e del cuneo sulle imprese e sui lavoratori”.

”Siamo delusi e preoccupati dalla scelta di destinare, prioritariamente, queste risorse al perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica – aggiunge le nota -. Rete Imprese Italia giudica, invece, positivamente il principio di rendere neutra, rispetto alla forma giuridica, la tassazione dell’impresa favorendo cosi’ la capitalizzazione anche delle imprese di minori dimensioni”. Rete imprese ”ritiene, inoltre, fondamentale semplificare gli adempimenti ed i regimi fiscali. Bene anche gli indirizzi in materia di riscossione coattiva e di riforma del sistema sanzionatorio. Positivo il giudizio circa la decisione di rendere neutrale sotto il profilo fiscale le cessioni d’azienda a titolo oneroso”.

”Alla riforma del catasto (che dovra’ opportunamente avvenire garantendo l’invarianza del gettito e la conoscibilita’ delle nuove rendite e delle procedure di contestazione delle stesse) dovra’ far seguito, una volta per tutte, la riduzione della tassazione sugli immobili produttivi – conclude la nota -. Rete Imprese Italia, infine, auspica che, ogni quattro mesi, il Governo riferisca al Parlamento sullo stato di attuazione della delega: si tratta di un metodo nuovo all’insegna della trasparenza, che permettera’ di verificare il raggiungimento degli obiettivi”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.