AGRICOLTURA – Cremona: Confagricoltura scende in piazza contro manovra

CONSUMI – Inflazione: Bortolussi (Cgia), maggiore al Sud anche...

22 luglio 2010 Comments (0) News

FEDERALISMO – Comuni: entrate più che raddoppiate grazie ai tributi comunali e ai trasferimenti regionali

Con la trasformazione dei trasferimenti statali in tributi comunali, prevista dal federalismo, le entrate proprie dei Comuni passeranno dagli attuali 24,8 miliardi a 40,2 miliardi. A questi vanno aggiunti gli 11,1 miliardi di trasferimenti regionali, anch’essi destinati alla fiscalizzazione da parte dei Comuni. Il calcolo e dell’Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale) ed e riportato nel Rapporto 2010 sul Quadro finanziario dei Comuni.

Analizzando le possibili trasformazioni che questo cambiamento potrebbe portare con se, l’Ifel sottolinea innanzitutto che ”le forme con cui attualmente si esercita l’autonomia tributaria comunale sono molte e differenziate” (circa 13). Allo stesso tempo, nell’ottica di una semplificazione che sara ancor piu necessaria una volta avviato il federalismo, il Rapporto individua quattro grandi fonti di entrata, che insieme costituiscono il 93% delle risorse proprie dei Comuni: la proprieta  immobiliare (40%), l’utilizzo degli immobili connesso al servizio rifiuti (30%), il reddito dei contribuenti (addizionale e compartecipazione Irpef, pari al 15% delle risorse) e i tributi o canoni relativi alle attivita economiche quali occupazione di spazi pubblici, pubblicita e via dicendo pari a circa l’8% delle entrate proprie).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.