CREDITO – Banca Popolare Etica: sospese rate mutui Pmi...

ENERGIA – Coop Centro Italia: sconti lampadine basso consumo

15 settembre 2009 Comments (0) News

EXPORT – Urso: Angola interessata know-how nostre Pmi

Polo angolano si occupera di cantieristica, di acquacoltura e trasformazione del pescato

Si e conclusa positivamente la missione a Luanda del viceministro allo Sviluppo economico con delega al Commercio estero, Adolfo Urso (nella foto). ”La missione in Angola e la piu numerosa che il nostro Paese ha mai effettuato nell’Africa australe: 60 imprese ed 80 operatori economici hanno dato vita a 500 incontri business-to-business con controparti angolane. Oltre 120 imprenditori del Paese africano – ha affermato Urso – sono interessati a joint-venture con le piccole e medie imprese italiane. E’ questo un motivo di orgoglio per il nostro know-how soprattutto nel settore dell’agro-alimentare, nell’edilizia pubblica e nella difesa che offriremo agli angolani in cambio di forniture di prodotti energetici”. Accompagnato dal presidente dell’Ice Umberto Vattani, dal presidente di Simest Giancarlo Lanna, il vice ministro Urso ha dato il via al primo Forum bilaterale Italia-Angola ed ha incontrato il presidente della Repubblica di Angola Jose Eduardo dos Santos, i ministri della difesa, dello sviluppo urbano, degli affari esteri, del commercio, dell’economia e del petrolio. ”Le opportunita per il nostro Made in Italy qui sono numerose perche le autorita’ angolane – ha spiegato Urso – puntano a diversificare i settori cardine del loro sviluppo: non piu’ solo petrolio e gas ma anche infrastrutture ed agroindustria”.
Tra i primi risultati raggiunti dalla missione italiana in Angola c’e la prossima costituzione di un distretto della pesca a Benduela, nel sud del Paese. Dalla partnership con il distretto Cosvap di Mazzara del Vallo nascera un polo angolano che si occupera di cantieristica, di acquacoltura e trasformazione del pescato. Con il supporto di Simest, inoltre, si profila anche l’inaugurazione di una volo diretto Roma – Luanda via Kinshasa operato dalla compagnia Blu Panorama. ”Per il Sistema Italia – ha concluso il vice ministro – l’Angola puo cosi diventare un avamposto strategico per crescere in tutto il mercato dell’Africa sub-sahariana”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.