SICUREZZA IT-Websense Security Lab: Webshell su server Web

PIANO CITTA’-Valorizzazione: al via 5 nuovi contratti

10 maggio 2013 Comments (0) Approfondimenti

EXPORT- Sace: Malesia tra i top market (+,6% 2013/16)

Riportiamo di seguito alcune considerazioni degli studi di Sace sull’esito delle elezioni in Malesia, tra i top market di prossima generazione per le imprese italiane con un export in crescita del 9,6% nel 2013-2016.

La coalizione Barisan National (BN), al potere da 56 anni, ha vinto le elezioni generali ottenendo 133 dei 222 seggi disponibili e aprendo la strada alla riconferma di Najib Razak come premier.

Sebbene i mercati abbiano accolto positivamente l’esito, con il principale listino malese che ha guadagnato il 3,4%, il risultato presenta alcuni elementi di potenziale instabilita. Infatti, si tratta del peggior risultato di sempre per BN, che non e riuscita a riconquistare la maggioranza dei due terzi, persa nel 2008. I conseguenti dissidi interni potrebbero indebolire la leadership del premier Razak e pesare sulla stabilita del governo, anche alla luce dell’atteggiamento dell’opposizione, che ha rifiutato il risultato del voto e convocato una manifestazione di protesta. Le principali criticita sono relative alle discriminazionidelle minoranze etniche e al malcontento popolare nei confronti della classe politica corrotta.

malesia_winter_small3I positivi risultati dell’economia sono alla base della legittimazione del governo che, attraverso il programma New Economic Model si propone di trasformarela Malesia in un Paese ad alto reddito entro il 2020. Il Pil malese e composto principalmentedai consumi privati (48% del Pil), ma le esportazioni rappresentano un elementodi fondamentale importanza per il paese, soprattutto quelle relative alla componentisticaelettronica. L’aumento del debito pubblico negli ultimi anni, dovuto ai programmi diinvestimento in infrastrutture, hanno causato qualche preoccupazione. La legge finanziaria 2012 ha, pero, previsto interventi mirati alla riduzione del decit (previsto al 4,2% del Pil per il 2013). Il sistema finanziario malese e dominato dal settore bancario nelquale sono concentrate il 70% del totale degli asset. Le banche godono di una buona capitalizzazionee redditivita e la Malesia si e affermata come una sorta di hub per la finanza islamica. Il mercato finanziario e borsistico e abbastanza sviluppato grazie all’innovativo processo di informatizzazione. Quadro

Il sistema legale e ben sviluppato, basato sul sistema anglosassone e generalmente efficiente, trasparente e non discriminatorio. Sono particolarmente favoriti investimenti esteri nel settore manifatturiero, in particolare nell’high tech e nell’elettronica.Il sistema delle infrastrutture e molto ben sviluppato ed e5ciente. Il livello della sicurezzae elevato, sebbene permangono rischi legati a istanze di gruppi di militanti locali dimatrice islamica.

kuala-lumpur-day-night-time-lapse-terapixelNel 2012 le esportazioni italiane in Malesia hanno superato, per la prima volta, il miliardo di euro, registrando una crescita del 22% rispetto al 2011. Di contro le importazioni dalla Malesia mostrano una contrazione (-13%) contribuendo cosi ad un avanzo commerciale per l’Italia pari a circa 252 EUR/mln. I prodotti esportati sono principalmentebeni della meccanica strumentale (39,4% del totale), mezzi di trasporto (10%) e prodotti chimici (10,6%). L’Italia importa dalla Malesia principalmente computer e prodotti dell’elettronica, prodotti alimentari e articoli in gomma e materie plastiche.

A contribuire positivamente alle esportazioni sono stati, in particolar modo, i beni della meccanica strumentale:nel 2012 ammontano a circa 400 mln/EUR, in forte aumento (+57%) rispetto ai 257mln/EUR registrati nel 2011.

La Malesia e uno dei pochi casi in Asia in cui l’Italia abbia registrato nel 2012 un positivo saldo di bilancia commerciale.Investimenti diretti esteri. I principali investimenti italiani in Malesia sono stati effettuati nella produzione di gomma e prodotti derivati, nel settore dei macchinari e dei prodotti chimici. Nel corso del 2011 sono stati approvati quattro nuovi progetti per un capitale mappa_geografica_malesia_largeinvestito totale di circa 19,3 EUR/mln.

Tra i principali attori italiani in Malesia Finmeccanica, Salini costruzioni, Marelli, Saipem e Piaggio Aero Industries.

Posta al centro della regione del sud est asiatico, il paese presenta un vantaggioso sistema d’incentivi agli investimenti, una diffusa conoscenza della lingua inglese, un buon livello d’infrastrutture e una manodopera generalmente qualificata ed ai costi contenuti; cio puo garantire opportunita per il “sistema Italia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.