CRISI – Per gli inglesi, la colpa è del...

CRISI – Veltroni, ora sciopero. Coi nervi saldi alla...

10 febbraio 2009 Comments (0) Dalla home page

EXPO 2015 – Per il sindaco Moratti, no alla politica dei no!

Fiducia nel governo per arrivare alla meta

L’importante e, comunque, arrivare alla meta e speriamo che si parta anche su questo fronte. Non nasconde il proprio disappunto il sindaco di Milano, Letizia Moratti ( nella foto) di fronte ai continui ritardi sull’avvio di Expo 2015 Spa, la societa che si occupera della gestione della manifestazione. “Sono certa che la considerazione che ha il Governo per questo progetto e alta – ha precisato il sindaco – e ho fiducia  nelle sue promesse perche sono certa che l’impegno internazionale che l’Italia ha preso e considerato un impegno importante che va mantenuto: in questo momento, il mio principale interlocutore e’ il ministro delle Infrastrutture”. Quanto alle difficolta legate alla ricapitalizzazione della societa, premessa per conferirle un avvio dal punto di vista operativo, ”mi auguro – ha aggiunto – che questo sia l’ultimo dei problemi. Se fosse stato un problema, lo avremmo potuto risolvere qualche mese fa. Non importa, lo affronteremo adesso perche l’importante e  arrivare alla meta ”.  Il sindaco di Milano ha ricordato che “su altri fronti siamo gia partiti” portando come esempio i quindici accordi gia firmati con diverse citta e gli accordi presi con diversi Paesi, come quello fatto con la Cina: i progetti internazionali sono gia partiti, andremo in missione in Corea a meta settembre con il Presidente Napolitano. Ma, tornando all’Expo,  senza la societa non si  puo partire”.Di certo, ha concluso il primo cittadino di Milano, ”in un momento di crisi come questo non possiamo permetterci la politica dei no”. Intanto, la delibera che stanzia un milione di euro quale quota della Provincia di Milano per l’aumento di capitale della societa’ di gestione Expo 2015, gia approvata dalla giunta, approdera giovedi 12 febbraio al consiglio della provincia di Milano, grazie all’intesa bipartisan e al senso di responsabilita di tutti i gruppi consiliari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.