INNOVAZIONE-Fintech: lanciato da Avanade e Microsoft un portale...

INCUBATORI-ComoNext: l’azienda tech Forfirm lancia il social network...

15 aprile 2016 Comments Off on EREDITA’ DIGITALE-Giovani Notai (Asign): un servizio di registrazione online per accedere agli account del defunto Dalla home page

EREDITA’ DIGITALE-Giovani Notai (Asign): un servizio di registrazione online per accedere agli account del defunto

A chi finirà la nostra eredità digitale? Cosa succede ai dati registrati online quando una persona muore? A queste e ad altre domande si è cercata risposta oggi durante lAssemblea organizzata dallASIGN, Associazione Italiana Giovani Notai dal titolo Uno sguardo al futuro, che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Sottosegretario di Stato per la Giustizia Sen. Federica Chiavaroli.

Foto, video, ma anche dati dal valore economico come documenti di professionisti e comunicazioni sensibili caricate sui cloud di diversi service, tutte informazioni che ormai chiunque accumula quotidianamente. In Italia (e nel mondo) non esiste ancora una legislazione, e lASIGN ha presentato oggi il proprio progetto di registrazione online a favore della creazione di una disciplina che regoli leredità digitale nel nostro Paese.

L’idea presentata dallAssociazione consiste nel creare un servizio di registrazione online centralizzato messo a disposizione di qualsiasi utente e di qualsiasi fornitore di servizi internet. Il form conterrà i dati anagrafici dellutente e le informazioni relative agli account che verranno lasciati in eredità.

Il progetto consiste nelloffrire un sistema semplice, sicuro e certo, che consenta agli eredi di avere accesso agli account attivati in vita dal defunto, il tutto per un periodo di tempo limitato, ma sufficiente affinché i dati possano essere consultati, scaricati o cancellati”. Ha commentato Ludovico CapuanoPresidente ASIGN.
La nostra proposta prevede inoltre che i fornitori dei servizi conoscano con un certo tempismo lavvenuto decesso di un loro iscritto, al fine di limitare la funzionalità dellaccount e disabilitando così, eventualmente, alcune funzioni.”

In questo modo, i fornitori dei servizi potranno ottenere un sistema sicuro che consenta loro, trascorso un termine relativamente breve di liberare” risorse da poter utilizzare per erogare nuovi servizi.

Oltre agli aspetti legati alleredità digitale, lAssemblea ASIGN ha posto laccento anche sul tema dei blockchain, il protocollo che permette lacquisto di beni e servizi senza ricorrere a valute che hanno corso legale e senza preventive autorizzazioni da parte di istituti o enti governativi, e la sua applicazione a contratti e transazioni immobiliari.

“Ipotizzare l’uso sostitutivo della tecnologia blockchain in ambiti più complessi rispetto a quelli per cui è stata pensata, seppur affascinante, presenterebbe non pochi limiti”. Ha commentato Michele Manente, Notaio, membro della Commissione Informatica del Consiglio Nazionale del Notariato“Ciò non significa, tuttavia, che queste nuove tecniche debbano essere rifiutate a priori, ma, lungi dall’eliminare la funzione notarile, potrebbero, invece, esaltarne la tradizionale funzione di garanzia, adeguandola alle nuove istanze della società

Alle Istituzioni chiediamo di affrontare con coraggio questa sfida per essere i primi a regolamentare la materia. In un mondo che va verso il 4.0 anche il Notariato vuole essere attore del cambiamento per rispondere alle nuove esigenze sociali dei cittadini” ha chiuso Ludovico Capuano.

 

 

Comments are closed.