FILIERA – Nuova manifestazione di Coldiretti E.Romagna

WEEKEND – Banchetto medievale alla Corte d’Este

24 luglio 2009 Comments (0) News

ENERGIA – Roma: presentato il piano-energia di Cattaneo (Uir)

Presentato il progetto ‘Roma Capitale sostenibile del Mediterraneo’

Ieri alla riunione del Consiglio Direttivo dell’Unione Industriali di Roma (Uir), tenutosi presso la sede di Finmeccanica Group Service a Roma, Flavio Cattaneo – amministratore delegato di Terna e vicepresidente di Uir con delega alle politiche energetiche ed ambientali (nella foto) – ha presentato il progetto che prevede ‘Roma Capitale sostenibile del Mediterraneo’. Un progetto che si muovera attraverso due direzioni: l’ammodernamento e la razionalizzazione della rete; l’incentivo all’utilizzo delle energie rinnovabili. Nel primo caso si tratta di 500 milioni di investimento che riguarderanno un’attivita che si propone nei prossimi anni a Roma lo smantellamento di 250 km di elettrodotti, mentre altri 50 km verranno interrati, a fronte di 87 km di nuove linee da nord a sud della capitale, «liberando» cosi qualcosa come 5 milioni di mq di terreno e facendo risparmiare circa 58 milioni di chilowattora all’anno, l’equivalente del consumo di 14mila romani.
L’Unione industriali romani ha l’obiettivo soprattutto di stimolare investimenti nel settore delle energie rinnovabili, sia promuovendo incentivi per le aziende romane che ne incrementino l’utilizzo in particolar modo nel fotovoltaico sia ideando pacchetti finanziari ad hoc.
L’obiettivo dichiarato e quello di arrivare ad avere un milione di pannelli solari per circa 150-170 MW di potenza e un investimento di 500 milioni di euro entro il 2015.
“Siamo convinti – ha detto Aurelio Regina, presidente Uir- che il settore dell’energia e quello destinato ad una maggiore crescita. Se il piano provinciale energetico viene applicato, da qui al 2020, con 13 o 14 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati, si potranno ricavare 170 mila posti di lavoro diretti e fino a 300mila posti di lavoro compresi gli indiretti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.