DISTRIBUZIONE-Selex: nuovo cash & carry Gmf a Foligno

WEB-Domini: espansione, Pmi in difficoltà e più phishing

21 giugno 2011 Comments (0) Dalla home page

DL SVILUPPO-Ok fiducia: blindato per il Senato. Le misure

Crediti di imposta finanziati con fondi europei, semplificazioni fiscali, alleggerimento delle cosiddette ganasce fiscali, appalti pubblici piu veloci e riproposizione del Piano casa. Queste le misure del decreto sviluppo, la spinta alla crescita, a costo zero per il bilancio dello Stato, su cui il Governo ha ricevuto la fiducia. Dopo l’esame degli odg e il voto finale, il decreto passa blindato al Senato che lo deve convertire entro il 12 luglio.

Quindi, l’esame parlamentare, in sostanza e salvo imprevisti dell’ultima ora, si e esaurito con il lavoro delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera. Ma alcune misure introdotte sono state poi stralciate dal maxiemendamento del Governo.

Cassata la norma che prevedeva il momentaneo utilizzo del Fas per la copertura del credito di imposta sui nuovi assunti al Sud (in attesa dell’ok della Ue all’impiego dei fondi strutturali), cosi come la disposizione sull’illecito disciplinare (e rimozione dall’incarico in caso di recidiva) ai giudici tributari che non decidono entro 180 giorni sulla sospensione dei pagamenti. Saltata anche la norma sul sovrapprezzo al canone sulle linee ad alta velocita il cui gettito sarebbe andato a finanziare il servizio ferroviario di interesse nazionale. Qui di seguito le misure del decreto.

ACQUA – Istituita l’Autorita nazionale per la regolazione e la vigilanza in materia.
APPALTI PUBBLICI – Le norme sono volte e ridurre i tempi di realizzazione e semplificare le procedure. Viene elevato da 500mila a 1 milione di euro il limite di importo entro il quale e consentito affidare i lavori con procedura negoziata senza bando di gara. Tra le novita anche l’introduzione di limiti alle opere compensative dell’impatto territoriale e sociale che non possono superare il 2% della spesa, anziche il 5%. Nel corso dell’esame in Commissione e passato un emendamento del Pd secondo cui le spese relative al costo di personale sono escluse nella valutazione dell’offerta migliore (per disincentivare il ricorso al lavoro nero).
CARTA D’INDENTITA’ ELETTRONICA – E’ rilasciata a tutti i cittadini indipendentemente dall’eta (prima il limite era a 15 anni). L’obbligo di rilevare le imprente digitali e soppresso per i minori di 12 anni. Gradualmente la carta d’identita elettronica incorporera anche la tessera sanitaria.
CREDITO IMPOSTA ASSUNZIONI E INVESTIMENTI – Lo sconto fiscale e previsto per ogni nuova assunzione a tempo indeterminato, effettuata nelle regioni del Mezzogiorno. Il credito di imposta, pari al 50% dei costi salariali, e concesso a condizione che i nuovi assunti siano lavoratori svantaggiati e aumentino il numero complessivo dei dipendenti. Viene poi rifinanziato il credito di imposta sugli investimenti nel Mezzogiorno. Entrambi questi sconti fiscali si copromo con i fondi strutturali europei.
CREDITO IMPOSTA RICERCA – Per il 2011 e 2012 le imprese che finanziano progetti di ricerca in Universita’ o enti pubblici (compresi Irccs) godono di un credito di imposta del 90% della spesa aggiuntiva di investimento rispetto alla medie degli investimenti effettuati nel periodo 2008-2010.
DISTRETTI TURISTICI – Sono istituiti con decreto del presidente del Consiglio e godono di agevolazioni e semplificazioni fiscali e amministrative. Sono anche zone a “burocrazia zero.
EDILIZIA PRIVATA – E’ previsto il silenzio-assenso per ottenere il permesso di costruire. Inoltre la Dia (dichiarazione di inizio attivita) puo essere sostituita dalla Scia (segnalazione certificata di inizio attivita).
FISCO, SEMPLIFICAZIONE E GANASCE – E’ uno dei capitoli piu corposi del provvedimento. Per i debiti fiscali fino a 2mila euro Equitalia non puo far ricorso alle ganasce fiscali se prima non ha inviato due solleciti di pagamento a distanza di sei mesi uno dall’altro. Non si puo iscrivere ipoteca per i debiti fiscali fino a 20mila euro qualora l’immobile in questione sia l’abitazione del debitore. Per gli altri casi resta confermato il limite di 8mila euro.Nell’accertamento coattivo e prevista la sospensione dei pagamenti per 180 giorni (contro i 60 attuali e i 120 previsti nella prima versione del decreto). Dal primo gennaio 2012 Equitalia cessa le attivita di riscossione da parte dei Comuni. Tra le norme di semplificazione, decade l’obbligo della dichiarazione annuale per le detrazioni per carichi di famiglia, gli adempimenti fiscali che scadono il sabato o in un giorno festivo sono automaticamente prorogati al primo giorno lavorativo successivo, sono escluse dal cosiddetto “spesometro” (comunicazione telematica all’Amministrazione finanziaria delle spese sopra i 3.000 euro) gli acquisti effettuati con bancomat o carte di credito.
MUTUI – Quelli a tasso variabili, stipulati per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa, sono rinegoziabili. Questa facolta e consentita per finanziamenti di importo fino a 200mila (nella prima versione del decreto il limite era di 150mila) euro a condizione che il titolare abbia un reddito Isee non superiore a 35mila euro (era 30mila).
PIANO CASA – Le Regioni devono approvare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge sviluppo proprie leggi per incentivare la ristrutturazione del patrimonio edilizio e la riqualificazione delle aree urbane degradate. Gli incentivi sono: la possibilita di ampliamenti volumetrici rispetto a quelli preesistenti, la delocalizzazione delle volumetrie anche in aree diverse, il cambio di destinazione d’uso. Sono esclusi da questi interventi gli immobili abusivi ma sono compresi quelli regolarizzati con condoni. Qualora entro 120 giorni dalla data di approvazione della legge le Regioni non abbiano provveduto ad emanare proprie leggi, viene automaticamente riconosciuta la possibilita di ampliare del 20% il volume dell’immobile destinato a uso abitativo e di ampliare del 10% la superficie coperta nel caso di edifici adibiti a uso diverso.
RIFIUTI – Viene fatta slittare l’entrata in vigore del sistema di tracciabilita dei rifiuti per le imprese (Sistri) che hanno fino a 10 dipendenti. Il nuovo termine non dovra essere antecedente al primo giugno 2012 (dal 2 gennaio 2012).
SCUOLA – Sara definito un piano triennale per l’assunzione a tempo indeterminato dei precari (docenti e personale Ata) per gli anni 2011-2013, sulla base dei posti vacanti e diponibili. Nel corso dell’esame delle Commissioni c’e stato il tentativo, non riuscito, della Lega di introdurre una norma che avrebbe favorito l’assegnazione delle cattedre al Nord a docenti delle stesse regioni. L’aggiornamento delle graduatorie a esaurimento degli insegnanti e effettuato ogni tre anni (anziche ogni due) con possibilita di trasferimento in un’unica provincia. L’aggiornamento non comporta la possibilita di nuovi inserimenti.
SPIAGGE – E’ saltata la norma che introduceva il diritto di superficie di 20 anni per gli arenili. La questione sara affrontata nell’ambito della legge comunitaria.
STOP AD ANATOCISMO – Il meccanismo anatocistico per il calcolo degli interessi non si applica a partire dai ruoli consegnati a decorrere dalla data di conversione del decreto. La misura degli interessi e fissata nel limite massimo dell’1% (al posto del 3%) rispetto al saggio legale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.