MADE IN ITALY – Latte: primi passi per etichetta...

DL ANTICRISI – Gas concorrenziale per decreto?

24 luglio 2009 Comments (0) Dalla home page

DL ANTICRISI – No a proroga studi settore e misure energia

Niente stretta sulle banche e sanatoria slot, riviste nuove norme Corte dei Conti

Niente proroga per la pubblicazione dell’aggiornamento degli studi di settore al 31 dicembre e nessun intervento per le aziende cosidette ‘energivore’, misure che non hanno superato il vaglio di ammissibilita della presidenza della Camera. Il maxi-emendamento presentato dal Governo cancella la ulteriore stretta sulle banche, rivede alcune delle novita che fissavano paletti all’azione della Corte dei Conti e annulla la sanatoria per le “new-slot”.
Una delle novita del maxi-emendamento – sempre che il Senato non introduca ulteriori modifiche – riguarda la cancellazione del nuovo tetto all’incremento del tasso di interesse, le ulteriori misure sul massimo scoperto e quelle relative ai giorni di valuta. Insomma, salta la stretta sulle banche (le misure erano state votate nelle commissioni parlamentari ma l’Abi – Associazione bancaria italiana si e fortemente opposta – ndr) quali e invece arrivato l’altola.
E’ stato cancellato anche l’obbligo di azione disciplinare da parte del procuratore generale verso i pm nel caso di segnalazione del presidente dei magistrati contabili. Salta anche il controllo del Parlamento sul budget della Corte dei Conti (Restano invece i paletti alle indagine della Corte sugli illeciti tributari – ndr). Cancellato anche il mini condono sui concessionari delle new-slot mentre i componenti del Comitato che dovra sovrintendere il piano contro i giochi illegali non godra di rimborsi ad hoc.
Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali, e stata limitata al biennio 2009-2010 e con l’intesa del ministero dell’Economia la possibilita per il ministero del Welfare di intervenire sui settori non coperti dalla Cig. Mini ritocco anche al Patto di stabilita con un aumento da 2 a 2,250 milioni di euro per gli investimenti degli enti locali virtuosi. Soppressa la proroga di quattro mesi per le missioni all’estero, perche sara inserita in un progetto di legge indipendente durante gia l’esame nelle commissioni. Il maxiemendamento salva pero gli effetti prodotti dalle norme.
L’unica modifica per la cosiddetta “tassa oro” apportata in extremis dal Governo riguarda il parere della Bce ,che da “favorevole” diventa “non ostativo”. L’aliquota invece resta al 6%, fermo restando il tetto di 300 milioni di euro sulle riserve alle quali si applica.
E’ stata fissata una data certa, il 16 ottobre 2009, entro la quale i terremotati dell’Umbria (ma anche quelli Foggia e Campobasso del 2002) potranno pagare i versamenti per il periodo giugno-settembre senza sanzioni.
Gia approvate in Commissione alcune misure inserite nel maxiemendamento come il cosiddetto “scudo fiscale”, cioe la possibilita di rimpatriare i capitali esportati illegalmente fuori dalla Ue o anche solo regolarizzarli se si tratta di Paesi europei o in Paesi aderenti allo spazio economico europeo; per le pensioni e stata prevista una mini stretta dal primo gennaio 2015  e comportera al massimo tre mesi di aumento dell’eta pensionabile, mentre  a partire dal 2018 le donne che lavorano nella Pubblica amministrazione andranno in pensione a 65 anni e dal 2010 l”innalzamento sara fatto nella misura di un anno ogni due. Prevista anche la regolarizzazione di badanti e colf : per avviare la procedura il datore di lavoro dovra pagare un contributo forfettario di 500 euro
Prevista anche la  la possibilita di prevedere agevolazioni per i costi finanziari in favore delle sole piccole e medie imprese da realizzare con una convenzione con l’Abi ( la cosiddetta moratoria Pmi-banche), gli sgravi fiscali del 3% sull’aumento del capitale sociale delle imprese fino a 500 mila euro, mentre le agevolazioni fiscali previste dalla Tremonti ter si applicheranno solo “ai macchinari nuovi e alle nuove apparecchiature”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.