REGIONI – Veneto: al via la II° edizione di...

IMPRESE – ‘Start up’ premia 6 donne imprenditrici

13 luglio 2009 Comments (0) News

DDL SVILUPPO – Al bando la pirateria in azienda

Soddisfatti i produttori di software Bsa per tutela copyright

Secondo l’associazione dei produttori software BSA il nuovo ‘Decreto Sviluppo’ e un buon segnale delle istituzioni nella direzione di una maggiore tutela del software. Secondo Luca Marinelli, presidente di Business Software Alliance Italia, la norma gia votata dal Parlamento offre un importante strumento di contrasto alla pirateria, oltre che dei marchi e della proprieta intellettuale piu in generale.
Le aggiunte al decreto legislativo n.231 del 2001 (anche in tema di diritto d’autore previsti agli articoli 171bis e 171ter della legge n. 633 del 1941) attribuiscono una responsabilita amministrativa specifica a persona giuridica pubblica o privata qualora i reati siano stati commessi nell’interesse o vantaggio del medesimo anche da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione o direzione o anche unita organizzative autonome, nonche da persone che esercitano, anche di fatto, gestione e controllo.
Dunque si possono colpire con piu forza le aziende che usano software pirata, anche se il reato e commesso da dipendenti o da organizzazioni indipendenti collegate. Stando a BSA, per evitare le sanzioni le aziende dovranno dimostrare: a) di avere attuato modelli organizzativi e di gestione idonei per prevenire il reato; b) di vigilare sull’osservanza delle policy attraverso un organismo interno autonomo con poteri di iniziativa e controllo; c) che il dipendente che ha compiuto la violazione lo ha fatto eludendo fraudolentemente le regole; d) che non ci sia stata alcuna omessa vigilanza.
D’ora in avanti una societa potra essere condannata – oltre che in sede civile con le sanzioni del risarcimento del danno e dell’inibitoria – anche in sede penale amministrativa, con sanzioni fino a circa 775.000 euro, e interdittive: per esempio con la sospensione dell’autorizzazione o il divieto di pubblicizzare i prodotti fino a un anno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.