FISCO-Spesometro: Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ...

PMI–ll Sottosegretario Scalfarotto sui voucher Mise per i...

19 settembre 2017 Comments Off on CROWDFUNDING-Tueamore: da ieri, 18 settembre 2017 è possibile aiutare i malati oncologici su Eppela Dalla home page

CROWDFUNDING-Tueamore: da ieri, 18 settembre 2017 è possibile aiutare i malati oncologici su Eppela

In Italia ogni anno circa 800mila malati si spostano sul territorio nazionale per poter accedere alle migliori cure. Purtroppo i costi da affrontare per vivere distanti da casa sono molto alti e spesso inaccessibili. Per aiutare chi ha bisogno, la Onlus Tueamore avvicina i pazienti oncologici, che devono raggiungere i migliori ospedali per la propria patologia, alle strutture ricettive vicino ai centri d’eccellenza (case d’accoglienza, alberghi, b&b…).

Tueamore.org Onlus è un’associazione senza fini di lucro. Nata nel 2016, nel giro di un anno ha raccolto 49 adesioni con un totale di oltre 900 posti letto gratuiti o a prezzo simbolico ed ha pagato oltre 300 notti ai pazienti con difficoltà economiche, ma non basta, con l’aiuto dei cittadini Tueamore vuole fare di più! Sono tantissime le persone che hanno già contribuito al progetto. Aiutaci subito anche tu! C’è ancora poco tempo per dare un contributo. Sono previste dei gadget per i sostenitori come ad esempio, olio di oliva extravergine spremuto a freddo, magliette ed infine un’opportunità di conoscere i soci fondatori.

L’olio extra vergine di oliva di Tueamore è disponibile su Eppela in offerta limitata. È spremuto a freddo, e proviene dagli olivi dei soci fondatori nelle campagne della Tuscia Viterbese.

Tueamore.org nasce nel 2016 e finora ha raccolto 49 adesioni con un totale di oltre 900 posti letto gratuiti o a prezzo simbolico ed ha pagato oltre 300 notti ai pazienti con difficoltà economiche.
Tueamore Onlus, associazione senza fini di lucro, nasce da un sogno di tre fratelli molto legati fra loro.
 Nel 2016, la presidente onoraria, la dott.ssa Elena Rolfo – medico geriatra nonché sorella, madre e donna ineguagliabile – durante il suo personale percorso di malattia, ha constatato che non tutti i cittadini possono usufruire delle strutture d’eccellenza, poiché i costi vivi degli spostamenti e dei soggiorni nei luoghi di cura prescelti sono a carico interamente del paziente. Ha subito iniziato a sognare uno strumento che potesse aiutare le persone in difficoltà.

Comments are closed.