CRISI – Lombardia cerca ripresa con agroalimentare

CIPE – Pari allo 0,6% del Pil. E 200mila...

5 marzo 2009 Comments (0) Dalla home page

CRISI – Unioncamere: per credito Pmi erogati 200 mln

Obiettivo: sostenere l’accesso al credito delle piccole e medie imprese italiane

A tanto ammonta lo sforzo finanziario delle Camere di Commercio con le proprie risorse. Gli interventi sono diretti- spiega una nota di Unioncamere – “principalmente ad irrobustire l’attivita di garanzia fornita dai Confidi, riducendo il differenziale del costo del denaro esistente tra le diverse dimensioni d’impresa e tra i diversi territori”.
I 200 milioni di contributo straordinario vanno a sommarsi ai 38 milioni di contributo ordinario gia’ stanziati per il 2008 e che ogni anno le Camere erogano ai Confidi. Ma sono solo
un primo passo: altre misure sono infatti allo studio di Unioncamere sia per il sostegno finanziario alle imprese in difficolta, sia per sostenere iniziative di microcredito rivolte a quanti hanno intenzione di avviare una nuova impresa.
I fondi straordinari delle Camere consentiranno alle imprese di accedere a finanziamenti pari ad almeno 4 miliardi di euro.
Questo il quadro delle iniziative sul territorio attivate dalle Camere di commercio:
LOMBARDIA: le Camere lombarde hanno dato vita a Confiducia: un fondo di controgaranzia, costituito dalle Camere stesse e dall’Unioncamere regionale, rivolto alle
Pmi di tutti i settori economici; la dotazione complessiva, superiore ai 35 milioni di euro, permettera’ di garantire flussi di finanziamento dalle banche alle imprese del
territorio.
LIGURIA: le 4 Camere liguri hanno creato un fondo ad hoc di 1 milione di euro che consentira di prestare una controgaranzia pari al 60%.
MARCHE: le Camere, in partnership con la Regione, stanno realizzando un fondo di controgaranzia che facendo leva sui confidi, possa fornire un concreto supporto alle imprese in
materia creditizia 1 milioni di euro .
PIEMONTE: il sistema camerale piemontese – spiega ancora la nota di Unioncamere – ha investito circa 10 milioni di euro; il maggior impegno e quello della Camera di Torino che ha stanziato 4
milioni per potenziare il sistema regionale dei confidi.
VENETO: le Camere di Commercio venete hanno provveduto ad accrescere i fondi di garanzia dei Confidi: la Camera di Verona ha stanziato circa 3 milioni di euro, quelle di Venezia e Treviso 2 milioni, 1 milioni quella di Padova.
FRIULI VENEZIA GIULIA: la Camera di Commercio di Trieste ha stanziato 1 milione di euro a favore dei confidi, mentre la Camera di Gorizia, che giC precedentemente aveva fortemente
spinto per una forte azione di fusione e consolidamento dei confidi del proprio territorio, ha previsto uno stanziamento di circa 1,5 milioni per la costituzione di un fondo ad hoc a sostegno di finanziamenti pluriennali.
EMILIA ROMAGNA: il sistema camerale ha messo a disposizione uno stanziamento che supera i 13 milioni di euro, aumentando di oltre 1/3 il budget annuale stanziato per sostenere la garanzia e le condizioni del credito nella regione.
TOSCANA: le Camere toscane hanno elevato i loro impegni nell’erogare contributi in conto interessi ed in conto garanzia che, sempre per il tramite dei confidi, permetteranno di
rendere meno oneroso l’accesso delle imprese ai finanziamenti bancari; in particolare, la Camera di Firenze ha destinato 1,4 milioni di euro, Pisa ed Arezzo oltre 1 milione.
UMBRIA: la Camera di Perugia ha reso disponibili 2 milioni di euro, la meta’ dei quali a sostegno dei fondi rischi dei Consorzi fidi.
LAZIO: imponente lo stanziamento annunciato dalla Camera di Commercio di Roma che ha previsto la costituzione di un Fondo per migliorare l’accesso al credito dotato di 110 milioni di
euro.
ABRUZZO: il sistema camerale ha nel complesso stanziato 1 milioni di euro a sostegno del sistema dei Confidi.
CAMPANIA: la Camera di Commercio di Napoli ha stanziato 15 milioni di euro.
MOLISE: la Camera di Campobasso, con uno stanziamento di 100mila euro, ha costituito, in collaborazione con l’amministrazione provinciale, il Fondo di garanzia per lo
sviluppo della micro imprenditorialita’, l’auto impiego e l’innovazione.
CALABRIA: la Camera di Cosenza ha stanziato 4 milioni dieuro per sostenere i Confidi.
PUGLIA: la Camera di Bari ha messo a disposizione 1 milione di euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.