PMI – A terra se la PA paga in...

LAVORO – Ramo d’azienda ceduto: business, no grazie!

17 febbraio 2009 Comments (0) Dalla home page

CRISI – Tutta colpa di Cina, Usa e dell’anomalo G2

L’Asia produce a basso costo, gli Usa comprano a debito

Possiamo parlare di G7, G8, G20 ma il G2 e quello “che ha cambiato il mondo”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti ( nella foto), intervenendo alla presentazione del libro di Piero Barucci I cattolici, l’economica, il mercato. Ripercorrendo  quelle che, a suo modo di vedere, sono le tappe fondamentali che negli ultimi venti anni hanno mutato la struttura del mondo, dalla caduta del muro di Berlino nell’89, alla creazione del Wto nel ’94, all’ingresso dell’Asia nel Wto nel 2001, e arrivato alla crisi dei giorni nostri. “Una mutazione su questa scala non era mai intervenuta” perche tra Asia e Stati Uniti ”si e creato un G2 – ha spiegato il ministro – con l’Asia che produce a basso costo e gli Usa che comprano a debito”. Quindi con la globalizzazione si e creata una ”asimmetria tra la struttura del mondo, del mercato, e la struttura delle regole – ha continuato – anzi, in molti casi, si vive nel Regno dell’anomia, ossia nella totale mancanza di regole”. Infatti negli ultimi anni l’America, che ruotava sull’asse del suo sistema, si e’ spostata, passando dall’Atlantico al Pacifico con una situazione di squilibrio straordinario che ha contribuito a determinare la crisi.  Proprio in questo contesto critico servono piu che mai le regole perche “ci sono almeno 40 posti al mondo che sono come la mappa di Tortuga – ha proseguito Tremonti – non e tanto una questione fiscale ma legale, o tutte e due insieme”. Da qui la necessita di giungere ad un nuovo ordine di regole con ”un patrimomio di valori che ha un ruolo fondamentale almeno quanto gli interessi politici”. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.