MADE IN ITALY – Oggi, incontro Ccie d’Europa e...

EXPORT – Biologico Made in Italy leader nella Ue

19 febbraio 2009 Comments (0) Dalla home page

CRISI – Tremonti chiama a raccolta banche, imprese e…

A breve l’ok sui bond ma discutibile l’idea di Marcegaglia

Ci saranno banche, industrie grandi e piccole, artigiani, commercianti e qualche sorpresa. Cosi il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti (nella foto), ha annunciato il Credit and liquidity day che si terra al ministero dell’Economia nei giorni 2 e 3 marzo prossimi per discutere e analizzare con gli operatori il flusso di credito e le loro esigenze, sottolineando che il Governo ha due finalita, “la coesione sociale, attraverso adeguati ammortizzatori sociali, la tenuta del sistema produttivo”.
Il ministro si e anche detto fiducioso “dell’ok definitivo da Bruxelles” a proposito del regolamento trasmesso a Bruxelles sui bond previsti dal decreto sulla patrimonializzazione delle banche per mantenere il flusso di credito alle imprese. I bond dovrebbero avere ”condizioni migliori di quelle iniziali perche in tutta Europa e stata cambiata la logica, secondo quanto e emerso all’ultimo Ecofin”. Tremonti ha sottolineato che i titoli che servono per finanziare le imprese ”non sono in ritardo. Devono ricevere l’approvazione da parte della Commissione Europea e nel frattempo c’e’ stato un lavoro con la Banca d’Italia e la Ue”.
Secondo il ministro, la crisi economica e causata principalmente ”dall’incertezza che genera sfiducia”. Per uscirne uno dei sistemi e quello di ripristinare la fiducia ”abrogando le nuove regole contabili che sembrano inventate da Bin Laden per distruggere il capitalismo”.
A proposito dell’ipotesi lanciata dalla presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, di consentire alle imprese l’utilizzo del Tfr dei lavoratori, Tremonti ha risposto che ”non mi sembra una risposta giusta. L’obiettivo e giusto ma lo strumento e discutibile perche – ha aggiunto – ”il Tfr e dei lavoratori. Pensare che i lavoratori possano rischiare, oltre che il posto, anche il risparmio, non mi sembra giusto”. Mentre sembra che il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, stia cambiando opinione al riguardo, stando alle ultime dichiarazioni in cui ha definito quella della Marcegaglia “una proposta che sottrae all’Inps risorse lasciandole alle imprese, ma una proposta che merita di essere approfondita”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.