LAVORO – Formazione: l’Università del futuro è online (Pubblicità)

SICUREZZA IT – Symantec: appuntamenti webcast nel periodo dopo...

2 agosto 2012 Comments (0) News

CRISI – Spending review: Adiconsum, non è possibile rimanere prigionieri delle lobby di avvocati, medici, notai o farmacisti

Ancora insufficiente il lavoro del Governo Monti per realizzare una revisione della spesa pubblica nel nostro Paese che elimini gli sprechi. Lo ha dichiarato Pietro Giordano, segretario generale di Adiconsum aggiungendo che “non e possibile, infatti, rimanere prigionieri delle lobby dei professionisti, siano essi avvocati, medici, notai o farmacisti”.

Per esempio, nella Spending Review, sui farmaci – a giudizio di Adiconsum – il Governo doveva mantenere la prescrizione del solo principio attivo in ricetta e prevedere per i farmaci di fascia C la vendita al consumatore solo di quello meno costoso.

Anche la lobby dei notai non e stata oggetto di “particolari” attenzioni da parte dei parlamentari, mentre il consumatore troppo spesso ha la netta sensazione di guadagni spropositati rispetto a servizi resi da “pubblici ufficiali”. Adiconsum sta operando una ricerca ad hoc per comprendere quali siano i costi notarili per una Bene ha fatto l’Antitrust a mettere sotto osservazione il Notariato di Milano, per verificare se ci sono stati o ci sono illeciti rilevabili e multabili.

Purtroppo, cio vale anche per gli avvocati, sui quali il Governo ha fatto una parziale marcia in dietro rispetto a quanto contenuto nella prima bozza sulle liberalizzazioni. In un modo o nell’altro il consumatore che per “disgrazia” ha bisogno di un avvocato, continuera a pagare “parcelle salate”, perche anche in questo segmento gli Ordini Professionali continuano a farla da padroni.

“Solo con i pensionati, i lavoratori dipendenti e le famiglie – ha aggiunto Giordano – questo Governo non ha avuto paura di andare giu duro. E invece tempo di equita e di rimettere mano ad una reale liberalizzazione delle professioni, per dare fiato alle famiglie. Quando iniziera il Governo a varare le misure per lo sviluppo?”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.