LAVORO – Metalmeccanico: primi segnali di ripresa a...

UE – Bio: in vigore nuove norme etichette e...

30 giugno 2010 Comments (0) Dalla home page

CRISI – Regioni: più colpiti autonomi e pmi del Veneto

Gli studi di settore hanno assegnato al Veneto per il 2008 una ben triste medaglia come Regione che ha registrato la contrazione media dei redditi dichiarati piu rilevante (-4,8% rispetto al 2007). Lo ha reso noto la Ggia di Mestre sulla base di dati emersi da una elaborazione condotta da “Il Sole 24 Ore” su dati del Ministero dell’Economia che assegna il secondo posto alle Marche (-4,3%) e il terzo alla Toscana (-2,6%). “E’ il risultato della crisi che nel 2008 ha fatto segnare una riduzione del Pil nella nostra Regione dell’1,1% – ha commentato il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi – e non osiamo pensare cosa emergera quando avremo in mano i dati delle dichiarazione dei rediti del 2009. Con una caduta del Pil nel nostro territorio che e stata pari al 5,5% circa l’esito dovrebbe essere molto piu pesante. Di certo le novita tecniche che verranno introdott gia da quest’anno, dovrebbero attutire in parte la batosta”. A livello provinciale sono state Venezia e Rovigo a subire il riflesso piu pesante: la riduzione del reddito medio rispetto al 2007 e stata per entrambe del -7%. Solo Prato ha subito una contrazione piu importante a livello nazionale (- 8,5%). Al quinto posto troviamo Treviso (-5,6%), all’ottavo posto Vicenza (-4,9%), al nono posto Padova (-4,8%) e al 23 esimo posto Verona (-2,6%).

“Nella nostra Regione – ha aggiunto Bortolussi – i settori piu colpiti sono stati la pesca, il tessile abbigliamento e calzature (Tac), i trasporti, la ristorazione e, soprattutto, il comparto casa. In attesa della tanto agognata ripresa economica, probabilmente con la regionalizzazione degli studi di settore che saranno operativi gia da quest’anno, e molto probabile che si registrera una riduzione degli scostamenti tra quanto richiesto dal fisco e quanto dichiarato dai contribuenti”.  A livello di reddito medio i contribuenti veneti si piazzano al quarto posto a livello nazionale con un dato pari a 33.400 euro. A livello provinciale Treviso guida la “pattuglia” delle venete con 35.300 euro. Seguono Belluno (35.100 euro), Padova (34.000  euro), Verona (33.000 euro), Venezia (33.100 euro, Vicenza (32.800 euro) e chiude Rovigo con 26.600 euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.