IMPRESE – Agevolazioni: nuovo strumento online per orientarsi e...

IMPRESE -Pagamenti PA Terni: factoring, accordo Sace Fct-Associazioni

18 aprile 2012 Comments (0) News

CRISI – Pmi: Cgia, artigiani stroncati dalla mancanza di liquidità

Le 2 imprese su 3 che mancano all’appello nel primo trimestre 2012 sono quasi tutte aziende artigiane. La Cgia insiste per la realizzazione di un fondo di solidarieta nazionale per le piccole aziende a corto di liquidita.

I dati presentati oggi da Unioncamere sono l’ennesima dimostrazione delle difficolta che stanno vivendo le imprese, soprattutto quelle di piccola dimensione come l’artigianato come ha evidenziato la Cgia di Mestre sottolineando che nei primi 3 mesi di quest’anno, il 58% delle 26mila aziende in meno registrate dal saldo (dato dalla differenza tra imprese iscritte e cessate presso le Camere di Commercio) sia riconducibile al settore artigiano.

Insomma, delle 26.090 aziende in meno che mancano all’appello nel primo trimestre del 2012, ben 15.226 (pari al 58,3% del totale) sono artigiane. “I dati sono molto preoccupanti – ha commentato Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia – e denotano che le aziende artigiane dell’edilizia che operano nel mercato interno soffrono tremendamente il calo della domanda e la mancanza di liquidita. In particolar modo l’edilizia e il settore manifatturiero”.

Proprio per scongiurare una implosione del tessuto connettivo che regge il sistema economico del Paese, la Cgia sollecita l’istituzione, a livello nazionale, di un fondo di solidarieta che consenta l’accesso al credito anche a chi non ha le garanzie reali per accedervi. “Al fine di evitare nuovi suicidi tra i piccoli imprenditori – ha rimarcato Bortolussi – e necessario fare presto, per questo chiediamo al Governo di costituire un fondo, cosi come abbiamo fatto in Veneto, per venire incontro a chi ormai ha esaurito la liquidita e non e piu in grado di andare avanti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.