CRISI – Manovra: votazione Commissione Bilancio del Senato rimandata...

CONSUMI – Istat: -1,7% di spesa mensile nel...

5 luglio 2010 Comments (0) News

CRISI – Manovra: Bortolussi, più benefici “service tax” a Comuni del Nord

I maggiori benefici economici della ”service tax”, la nuova imposta comunale sugli immobili che accorpera’ l’Irpef sulla casa, l’Ici, l’imposta ipotecaria, catastale e di registro, e il cui gettito sfiorerai 26 miliardi di euro l’anno, andranno ai Comuni del Nord Italia. Lo ha affermato il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi, commentando una stima della sua organizzazione sulla misura allo studio del Governo per dare una maggiore autonomia fiscale ai Comuni nell’ambito della legge sul federalismo fiscale.

”Da una nostra stima – ha precisato Bortolussi – la cosiddetta “service tax” garantira in termini di gettito pro capite gli importi piu rilevanti in quelle realta dove i livelli di reddito e il valore economico degli immobili sono maggiori. Se e vero che in linea teorica per i Comuni e una partita di giro, vale a dire che per le loro casse non cambiera pressocche nulla essere pagati direttamente dai cittadini anziche dallo Stato attraverso i trasferimenti, rimane il fatto che i sindaci del Nord avranno una base imponibile maggiore, rispetto ai colleghi del Sud, su cui gestire l’autonomia impositiva”. Infatti, in termini di gettito, secondo l’analisi condotta dalla Cgia di Mestre, la nuova imposta sugli immobili garantira alle casse dei Comuni valdostani mediamente 704,2 euro ogni residente. A quelli liguri 670,7 euro pro capite e a quelli emiliano-romagnoli 611,7. Chiude la classifica la Calabria con 194,7 euro pro capite.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.