CRISI – Manovra: Governo, impossibile riequilibrio tagli

CRISI – Manovra: con la Scia arriva la libertà...

7 luglio 2010 Comments (0) Dalla home page

CRISI – Manovra: stangata assicurazioni salvaimprese

Nell’ultimo pacchetto degli emendamenti depositato dal relatore Antonio Azzolini in Commissione Bilancio al Senato ci sono anche le misure fiscali per le imprese e, quindi, la Confindustria ha ottenuto un alleggerimento delle norme che riguardano il pacchetto anti-evasione. Viene cancellata la norma che impediva la compensazione tra debiti e crediti con il fisco a chi ha debito superiore a 1.500 euro con l’erario iscritto a ruolo e non pagato. L’altra norma contestata riguarda l’obbligo di pagare entro 150 giorni i debiti con il fisco, pena pignoramento: siccome i giudizi tributari durano in media 700 giorni si sarebbe dovuti ricorrere ad un macchinoso rimborso e vene abolito il comma che prevedeva l’accelerazione della riscossione stabilendo una sospensiva massima di 150 giorni per l’iscrizione a ruolo.

Sempre a favore delle imprese si stabilisce che, a partire da gennaio 2011, i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle regioni, degli enti locali, degli enti del servizio sanitario nazionale per forniture, somministrazioni e appalti possono essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo.

I costi sono coperti utilizzando parte del maggior gettito derivante dalla stangata 234 milioni sulle assicurazioni contenuta in un emendamento sempre del relatore alla manovra in cui si stabilisce che “la variazione delle riserve tecniche obbligatorie relative al ramo vita concorre a formare il reddito dell’esercizio in misura pari al 90%”. Dai calcoli forniti con la relazione tecnica si tratterebbe di un gettito stimato in 234 milioni di euro su base annua, che arriverebbe da una variazione dell’incremento delle riserve calcolato dall’Isvap in 42 miliardi di euro nel 2009. Il 50% della cifra chiesta alle imprese di assicurazione andra versato gia con il secondo acconto di novembre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.