FISCO – Emergenza neve e adempimenti: le indicazioni dell’Agenzia...

CREDITO – Basilea3: pericolo credit crunch per le...

14 febbraio 2012 Comments (0) News

CRISI – Lavoro: stima 2012, 25mila imprese in default con la perdita di625mila posti di lavoro

Quest’anno, secondo il Centro europa ricerche, ci saranno duecento miliardi di impieghi in meno. E, nella stima di Prometeia, 25mila imprese falliranno finendo tecnicamente in default e bruciando 625mila posti di lavoro.

Una prospettiva drammatica, che e il risultato di una tensione crescente nel rapporto fra banca e impresa, sintetizzata dal peggioramento riscontrato negli ultimi due anni dall’Istat che ha fissato nel 12% la quota di imprese che non ha ottenuto credito dalle banche, mentre il 33% ha visto diventare piu onerose le condizioni.

Mediamente, ogni societa di capitale italiana ha 25 addetti: quindi, a causa della crisi finanziaria originata dalla recessione sui mercati e dal credit crunch, si puo stimare che quest’anno si ritroveranno senza lavoro 625mila italiani. Un fenomeno profondo, dunque. Qualcosa in grado di mutare il paesaggio industriale e di condizionare gli equilibri sociali del nostro Paese.

Per il Cer un razionamento del credito di questa portata avra effetti sui consumi (mezzo punto in meno quest’anno e un punto in meno l’anno prossimo) e sul Pil (circa un punto in meno all’anno, per due anni). Le importazioni caleranno del 4,9% e le esportazioni resteranno inchiodate a un irrilevante +0,1 per cento. E gli investimenti lordi delle aziende scenderanno dell’11,3%.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.