FISCO – Agenzia delle entrate: rettificate le istruzioni per...

EDILIZIA – Accordo Unicredit Ance: Buzzetti, aprire il...

28 maggio 2012 Comments (0) News

CRISI – Fiducia imprese: cala nei servizi di mercato e nel commercio al dettaglio

A maggio l’indice del clima di fiducia registra un calo significativo sia nelle imprese dei servizi, sia in quelle del commercio al dettaglio. Lo ha rilevato l’Istat spiegando che l’indice scende da 75,8 a 72,7 nei servizi di mercato e da 80,9 a 75,4 nel commercio al dettaglio.

Nei servizi, un modesto recupero dei giudizi sugli ordini si accompagna a un calo dei saldi relativi alle attese, sia sugli ordinativi sia, in misura piu marcata, sull’economia in generale. Migliorano i giudizi sull’occupazione, ma diminuisce il saldo delle relative attese. Il saldo delle aspettative sulla dinamica dei prezzi di vendita registra una lieve diminuzione.

Nel commercio al dettaglio peggiorano molto i giudizi sulle vendite correnti e flettono le aspettative su quelle future: si registra un aumento del saldo relativo alle scorte di magazzino. L’indice del clima di fiducia scende da 77,2 a 67,0 nella grande distribuzione e da 90,1 a 86,8 in quella tradizionale.

Guardando ai settori, a maggio, la fiducia delle imprese dei servizi di mercato migliora nei trasporti e magazzinaggio e nei servizi alle imprese ed altri servizi. Per contro, l’indice scende fortemente nei servizi turistici e in quelli di informazione e comunicazione. Nei servizi di informazione e comunicazione si registra un sensibile calo dei saldi sia dei giudizi sugli ordini (da -14 a -28), sia delle relative attese (da 12 a -7) . Nei servizi turistici peggiorano nettamente le attese sull’andamento generale dell’economia (il saldo cade da -58 a -73). Nei servizi alle imprese e altri servizi migliorano le attese sull’andamento generale dell’economia (da -56 a -47) e peggiorano lievemente quelle riguardanti gli ordini. Nei trasporti e magazzinaggio, infine, risalgono i giudizi e le attese sugli ordini: i relativi saldi aumentano rispettivamente da -25 a -13 e da -14 a -2.

Guardando al territorio, la fiducia dei servizi scende nel Nord-est (da 78,6 a 70,9) e nel Nord-ovest (da 75,7 a 73,6) mentre risale al Centro (da 75,5 a 77,7) e nel Mezzogiorno (da 72,8 a 74,0). In particolare, i giudizi sugli ordini e le relative attese migliorano solo al Centro. Le aspettative sull’andamento generale dell’economia subiscono modeste variazioni dei saldi in tutte le ripartizioni territoriali, ad eccezione del Nord-est dove segnano un marcato calo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.