LAVORO – Settore tessile: Msc ricerca 20 manager nel...

CONSORZI – Regione Tiberina: al via un progetto-pilota per...

13 marzo 2012 Comments (0) News

CRISI – Carburanti: Cgia, l’Erario ha incassarto un tesoretto di 4 mld di euro

Negli ultimi 4 anni, a fronte dell’aumento del costo della benzina e del gasolio per autotrazione, stimiamo che l’Erario italiano abbia incassato un extragettito di 4 mld di euro, a fronte della maggiore incidenza che hanno avuto sia l’Iva, sia le accise, sul prezzo alla pompa: per questo, chiediamo al Governo di ritornare questo tesoretto agli automobilisti italiani”. Sono queste le dichiarazioni rilasciate dal segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, dopo aver analizzato i risultati di un’analisi condotta dal suo Ufficio studi.

Tra gennaio 2008 e la meta di marzo di quest’anno, l’aumento dei prezzi alla pompa dei carburanti ha portato nelle casse dello Stato un importo pari 2,33 miliardi di euro di maggiore Iva e 1,7 mld di euro di maggiori accise. Complessivamente, quindi, l’Erario ha incassato un “tesoretto” aggiuntivo di 4 mld di euro. Una stima alla quale la Cgia e giunta prendendo come riferimento “i prezzi medi applicati alla pompa nel triennio 2005-2007 – ha spiegato Bortolussi – dopodiche abbiamo aggiunto gli aumenti di prezzo registrati in questi ultimi 4 anni sui consumi effettivamente rilevati in questo periodo, dimensionando, cosi, anche il peso delle maggiori entrate registrate dall’Iva e dalle accise”.

Nella nota, l’Ufficio studi della Cgia ha ricordato che il prezzo del gasolio per autotrazione, ad esempio, e passato da poco piu di 1,145 EUR/litro (media triennio 2005-2007) agli attuali 1,723 EUR/litro. L’aumento registrato e stato pari al +50,5%. Questa situazione ha fatto si che, in media, nel triennio 2005-2007 lo Stato incassasse 0,191 EUR/litro di Iva; oggi, dopo l’impennata dei prezzi, ben 0,299 EUR/litro. Molto simile la situazione registrata per la benzina: nel triennio 2005-2007 il prezzo medio alla pompa era di 1,267 EUR/litro, oggi costa circa 1,804 EUR/litro. L’aumento registrato e stato del +42,4%.

Questa situazione ha fatto si che nel triennio 2005-2007 l’Erario incassasse 0,211 EUR/litro di Iva, oggi, dopo l’aumento dei prezzi, ben 0,313 EUR/litro. Ma anche le accise, ricordano dalla Cgia, hanno subito sensibili aumenti. Sempre nel periodo considerato, l’accisa sul gasolio e passata da 0,415 EUR/litro agli attuali 0,593 EUR/litro, mentre quella sulla benzina e salita da 0,564 EUR/litro agli odierni 0,704 EUR/litro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.