EXPORT – Urso: sosteniamo gli scambi con Pechino

IMPRESE – Nuovo network della nautica tra aziende terziste

20 marzo 2009 Comments (0) News

CRISI – Adozione negozi storici da grande distribuzione

Associazione negozi storici di Roma la propone per aiutare chi e in dificolta per sfratti o affitti

“L’Associazione negozi storici di Roma, che da 13 anni si batte per portare il proprio sostegno ai negozi del centro storico in difficolta per gli affitti o gli sfratti, vuole esprimere il suo stupore per la polemica che si e’ innescata su una proposta in aiuto dei proprietari delle botteghe storiche del centro. Nessuno ha mai parlato di sponsorizzazione, bensi di sussidiarieta a costo zero per l’amministrazione”. Lo ha detto l’architetto Stefano Biagini, presidente dell’Associazione negozi storici di Roma, inserendosi nel dibattito aperto dalla proposta di Federico Mollicone di far ‘adottare’ le botteghe storiche dalla grande distribuzione.
“Permettere, infatti, alla grande distribuzione di ‘adottare’ dei negozi storici versando risorse economiche in un fondo comunale che poi il Campidoglio – ha continuato Biagini – provvedera a distribuire tra le botteghe in difficolta, puo risolvere i problemi dei piccoli artigiani del centro storico di Roma. Cio avverrebbe con una sorta si sponsorizzazione della grande distribuzione a disposizione della quale verrebbero messe le vetrine dei negozi. Tale provvedimento sarebbe non di tipo assistenziale, e creerebbe un meccanismo per il quale si potrebbe aiutare chi, con i valori immobiliari, e quindi di locazione, alle stelle, sta vivendo un momento di difficolta anche alla luce della crisi economica generale”.
“L’associazione negozi storici di Roma – ha concluso Biagini – ribadisce che questa proposta non vuole interferire con la politica di sviluppo e sostegno dell’artigianato a livello regionale o nazione, ma che si vuole esclusivamente intervenire nella peculiare situazione di difficolta in cui possono venire a trovarsi antichi negozi e botteghe. Esprimiamo, dunque, la ferma intenzione di portare avanti questa proposta con il Comune al fine di poter risollevare le sorti delle botteghe del centro capitolino”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.