CRISI – Pmi: la prima business company che...

LAVORO – Liberalizzazioni: Cgia, iniziare da energia, assicurazioni auto...

11 gennaio 2012 Comments (0) News

CRISI – Banche italiane: chiesta indagine dagli europarlamentari Pdl Rivellini e Salatto

Un’indagine ”sul comportamento delle banche italiane” che ”lucrano” sui titoli di stato con la liquidita a tre anni ricevuta dalla Banca centrale europea (Bce) e stata chiesta alla stessa Bce con una interrogazione urgente presentata dagli europarlamentari Pdl Crescenzio Rivellini e del Fli Potito Salatto che parlano di ”vergognosa operazione speculativa”.

I parlamentari in una nota osservano che le banche italiane dopo l’8 dicembre ”hanno ricevuto dalla Bce circa 140 miliardi di euro per lo sviluppo del credito nei confronti delle piccole e medie imprese” ma nello stesso tempo l’accesso al credito ”e diminuito”.

”Quest’apparente incongruenza – affermano Rivellini e Salatto – si spiegherebbe in quanto gli istituti di credito, che hanno ricevuto il prestito dalla banca centrale europea al tasso dell’1%, invece di favorire il credito nei confronti delle Pmi hanno preferito acquistare titoli di stato con rendimenti al 6-7% lucrando sulla differenza e mettendo cosi’ al riparo i propri bilanci”.

”Se le indiscrezioni si dovessero rivelare esatte – concludono gli eurodeputati – sarebbe una vergognosa operazione speculativa perpetrata sulla pelle dei cittadini europei e delle imprese. Mario Draghi e a conoscenza di tutto cio’? Cosa fara per recuperare queste somme affinche vengano destinate alle Pmi? E i vertici delle banche italiane (Unicredit, Monte dei Paschi, Banca popolare, Intesa San Paolo) se tutto cio corrisponde al vero non dovrebbero quanto meno dimettersi?”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.