AMBIENTE-Energia: conto termico e certificati bianchi

LISTE PULITE-Provvedimento pubblicato in Gu: punti salienti

3 gennaio 2013 Comments (0) Dalla home page

CREDITO-Campania: nato Confidi Regione Campania

Confidi Regione Campania e piu vicino allo status di intermediario finanziario vigilato dalla Banca d’Italia: grazie alla fusione per incorporazione di Confidi Salerno, ha raggiunto i 121milioni di euro di garanzie, requisito richiesto per rientrare tra i confidi ex 107 e offrire alle imprese la riduzione dei costi del credito.

Con circa 2000 aziende associate, 36 convenzioni bancarie attive e 19 miloni di euro di patrimonio, in seguito alla fusione, Confidi Regione Campania sara il primo a essere vigilato dalla Banca d’Italia tra i 36 consorzi attivi in Campania (fonte: studio “I confidi in Italia” – Comitato Torino Finanza, Torino 2012); andra ad aggiungersi agli altri soli 8 confidi ex 107 che operano al Sud e che gestiscono circa il 50% delle garanzie nell’area (fonte: Banca d’Italia – Centrale dei Rischi, dati al 30.09.2011). Il consorzio si qualifichera quindi quale punto di riferimento per tutte le PMI del territorio, costruendo un confidi regionale dalle dimensioni aggregate di rilievo per la realta locale. “Per crescere, le imprese hanno sempre piu bisogno di finanziamenti per l’internazionalizzazione e l’innovazione – ha spiegato il presidente di Confidi Regione Campania Giuseppe Calcagni – e, con la fusione e la prospettiva di diventare intermediario vigilato dalla Banca d’Itali, siamo certi di poter essere un vero supporto e di offrire una solida patrimonializzazione come garanzia per le banche”.

L’operazione di fusione, avviata in primavera attraverso uno studio di fattibilita, consentira al Consorzio di essere a disposizione delle Camere di commercio di tutte le province campane, per facilitarne l’attivita finanziaria. Grazie alla forte patrimonializzazione, Confidi Regione Campania e in grado di abbattere lo spread, operazione finora possibile solo attraverso gli enti camerali territoriali. In attesa della conclusione dell’iter verso il riconoscimento di intermediario vigilato, i 19 mlnEUR di patrimonio lo pongono inoltre in condizioni di ottenere condizioni piu favorevoli dalle banche, a supporto delle imprese. Come risultato della fusione, la sede di Salerno restera operativa come filiale di Confidi Regione Campania e l’ex presidente di Confidi Salerno Marcello Fasano fara parte del nuovo Consiglio di Amministrazione.

Fra 6 mesi, come previsto dall’iter fissato dalla Banca d’Italia, il Consorzio potra formalizzare la domanda per accedere allo status previsto dall’ex legge 107. Nel frattempo, i vertici di Confidi Regione Campania lavoreranno per preparare l’allargamento delle forme tecniche che il sistema bancario permette a favore delle imprese, garantendo elasticita, capacita di garanzia, velocita nella concessione del credito.

CONFIDI REGIONE CAMPANIA

Confidi (Consorzio di garanzia collettiva Fidi) Regione Campania e un organismo territoriale che opera in qualita di intermediario tra sistema bancario e Piccole e Medie Imprese; per favorire l’accesso delle aziende al credito bancario, opera per la concessione di garanzie collettive a condizioni particolarmente vantaggiose e trasparenti. Nato inizialmente come CONFIDI Napoli nel 1965, ha assunto nel 2009 la dimensione regionale. E promosso da Unione Industriali della Provincia di Napoli, Associazione Costruttori Edili Napoletana, con la Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Napoli. In seguito alla fusione con Confidi Salerno, operativa dal 2 gennaio 2013, conta circa 2.000 aziende territoriali associate, 36 convenzioni bancarie attive, 19mlnEUR di patrimonio e circa 121mlnEUR di garanzie. (www.confidiregionecampania.it)

(Foto: FreshPlaza)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.