LAVORO – Confindustria a Poletti: serve un mercato moderno

VENDITA DIRETTA – Avedisco: il 23 a Firenze premiati...

22 maggio 2014 Comments (0) News

COSTRUZIONI – Emilia Romagna: primo trimestre 2014 ancora in calo

La crisi resta diffusa. E’ negativo in Emilia-Romagna l’inizio 2014 per l’industria delle costruzioni. Il peso della crisi e l’indisponibilita del credito prevalgono rispetto all’effetto delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e dei lavori di ricostruzione post sisma. Queste indicazioni emergono dall’indagine sulla congiuntura delle costruzioni realizzata in collaborazione tra Camere di commercio, Unioncamere Emilia-Romagna e Unioncamere.

Il volume d’affari a prezzi correnti e sceso del 4,1 per cento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. La recessione si attenua leggermente rispetto al trimestre precedente (-5,1 per cento). Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, quasi il 34 per cento delle imprese segnala una diminuzione del volume d’affari, che e aumentato solo per circa il 4 per cento delle intervistate. Il saldo negativo (-30 punti percentuali) e pero meno pesante rispetto a un anno fa (-41 punti).

Nei primi tre mesi del 2014 le ore di cassa integrazione autorizzate, quasi tre milioni, sono aumentate del 21,2 per cento. Gli interventi in deroga aumentanto dell’86,2 per cento. A fine marzo 2014 le imprese attive nelle costruzioni erano 70.461 unita, 1.608 in meno rispetto ad un anno prima(-2,2 per cento). La riduzione e piu ampia tra le imprese operanti nei lavori di costruzione specializzati (-871 unita, -1,7 per cento) e piu rapida per quelle attive nella costruzione di edifici (-3,8 per cento, -726 unita). La diminuzione e stata provocata dalle imprese individuali (-2,6 per cento) e dalle societa di persone (-2,7 per cento). E molto pesante la flessione per il piccolo gruppo delle “altre societa”, i consorzi e le cooperative (-5,3 per cento), mentre le societa di capitali restano pressocche invariate (-0,1 per cento).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.