UE-Bce: subito riforma mercato lavoro e liberalizzazioni

FISCO-Provvedimenti: da non dimenticare che…

15 dicembre 2011 Comments (0) Approfondimenti

CONTRIBUTI-Inps: al via il conguaglio di fine anno

Al via le operazioni di conguaglio contributivo di fine anno: l’Inps ha, infatti, riepilogato gli adempimenti relativi alle operazione di conguaglio dei contributi previdenziali ed assistenziali di fine anno per i datori di lavoro che operano con il flusso EMens (Circolare INPS 14/12/2011, n. 155).

Alla fine dell’anno solare i datori di lavoro devono effettuare alcune operazioni di conguaglio riferite ai contributi previdenziali e assistenziali. Per effetto di talune normative particolari, infatti, puo essere necessario:

– pervenire a una precisa quantificazione dell’imponibile contributivo (art. 6 del D.Lgs n. 314/1997);

– applicare con esattezza le aliquote correlate all’imponibile stesso;

– imputare, all’anno di competenza, gli elementi variabili della retribuzione imponibile per i quali gli adempimenti contributivi vengono assolti con la successiva denuncia del mese di gennaio 2012.

L’Inps elenca le singole fattispecie relative a:

1. variabili della retribuzione (D.M. 7 ottobre 1993);

2. massimale contributivo e pensionabile art. 2, c. 18 della legge n. 335/1995;

3. contributo aggiuntivo IVS 1%, art. 3-ter della legge n. 438/1992;

4. conguagli sui contributi versati sui compensi ferie a seguito fruizione delle stesse;

5. “fringe benefits” esenti non superiori al limite di EUR 258,23 nel periodo d’imposta (art. 51, c. 3 del T.U.I.R.);

6. auto aziendali;

7. prestiti ai dipendenti;

8. conguagli per versamenti di quote di TFR al Fondo di Tesoreria;

9. rivalutazione annuale del TFR conferito al Fondo di Tesoreria;

10. operazioni societarie.

I datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio, oltre che con la denuncia di competenza del mese di “dicembre 2011” (scadenza 16/1/2012), anche con quella di competenza del mese di “gennaio 2011” (scadenza 16/2/2012), attenendosi alle modalita indicate con riferimento alle singole fattispecie.

Considerato, peraltro, che – dal 2007 – le operazioni di conguaglio possono riguardare anche il TFR al Fondo di Tesoreria e le misure compensative, l’Inps fa presente che le stesse potranno avvenire anche con la denuncia di “febbraio 2012” (scadenza 16 marzo 2012), senza aggravio di oneri accessori. Resta fermo l’obbligo del versamento o del recupero dei contributi dovuti sulle componenti variabili della retribuzione nel mese di gennaio 2012.

Per alcune categorie di dipendenti pubblici ovvero al personale iscritto al Fondo Pensioni per le Ferrovie dello Stato e al Fondo di quiescenza ex Ipost, la sistemazione della maggiorazione del 18 per cento prevista dall’art. 22 della legge n. 177/1976 potra avvenire anche con la denuncia del mese di “febbraio 2012” (scadenza 16 marzo 2012).

L’Inps , per fornire le prime indicazioni in merito agli aspetti contributivi dell’anno 2012, allega le aliquote riguardanti le aziende in generei lavoratori agevolatile aziende agricole, facendo presente che nella predisposizione si e preso in considerazione il quadro normativo che, nel prossimo anno, dovrebbe delinearsi a legislazione vigente. Eventuali novita, nonche l’aggiornamento e inserimento dei minimali contributivi, saranno oggetto di apposita successiva comunicazione. (Fonte: Ipsoa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.