CRISI – Marcegaglia dopo il vertice: sono soldi veri

BANCHE – Più care in Italia. E non solo...

18 marzo 2009 Comments (0) Dalla home page

CONFCOMMERCIO – Aggiunge al nome Imprese per l’Italia

Si amplia la rappresentanza del sistema imprenditoriale italiano

Due canestri per Confcommercio che cambia nome ed ha un incontro positivo con il premier .
”Un incontro positivo” ha commentato con soddisfazione il presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli (nella foto), al termine dell’incontro a Palazzo Chigi sulle misure anti-crisi. ”Mi pare – ha detto Sangalli – che da parte del governo si stia accelerando e rafforzando una risposta alla crisi. Da parte nostra abbiamo rilanciato la proposta di un patto per aumentare la fiducia che si basa su due pilastri: meno fisco per le famiglie, piu’ credito alle imprese, in particolare alle piccole e medie”.
Tre le richieste: ”La revisione degli studi di settore, un’accelerazione dei pagamenti della pubblica amministrazione e il rafforzamento dei consorzi fidi con il sostegno all’innovazione”.
Non solo Confcommercio ha integrato la propria denominazione in ”Confcommercio-Imprese per l’Italia” . Si amplia cosi l’ambito di rappresentanza a tutto il comparto delle attivita professionali e del lavoro autonomo. La nuova denominazione intende quindi segnalare il rafforzamento della missione di rappresentanza di Confcommercio del sistema imprenditoriale italiano, con particolare riferimento all’area dell’economia dei servizi e delle Pmi, quale risorsa fondamentale per il Paese. Ma anche la scelta di una Confederazione partecipe delle sfide di un Paese che vuole tornare a crescere di piu e meglio. E’ quanto si legge in una nota diffusa al termine dell’Assemblea di Confcommercio riunitasi in seduta straordinaria per l’approvazione del nuovo statuto.

Si apre ora – prosegue la nota – un impegnativo processo organizzativo che mira, tanto sul fronte della rappresentanza, quanto su quello dei servizi, a rafforzare l’azione del sistema confederale a supporto delle imprese e per un piu efficace concorso al perseguimento degli interessi generali del Paese. In particolare: la valorizzazione del ruolo delle Unioni regionali e delle Federazioni di settore, anche attraverso politiche di bilancio dedicate, e il costante miglioramento strutturale di tutte le Associazioni; viene poi rivista la composizione degli Organi della Confederazione al fine di assicurarne la piu equilibrata rappresentativita territoriale, categoriale e settoriale.

Sul piano dei principi e dei valori, Confcommercio-Imprese per l’Italia punta a rafforzare metodi di partecipazione e regole di garanzia, di trasparenza e di rendicontabilita delle scelte e perseguire i valori della sussidiarieta e della responsabilita sociale d’impresa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.