ENERGIA-EnergyMed 2018: a Napoli dal 5 al 7 aprile

FORMAZIONE-Gefran lancia la Talent Academy per l’industria 4.0

14 dicembre 2017 Comments Off on CLIMA-54 multinazionali chiedono misure concrete per il clima: Epson si impegna a raggiungere un’economia a basse emissioni di carbonio in linea con l’Accordo di Parigii Commerciale

CLIMA-54 multinazionali chiedono misure concrete per il clima: Epson si impegna a raggiungere un’economia a basse emissioni di carbonio in linea con l’Accordo di Parigii

.

Due anni dopo l’adozione pionieristica dell’Accordo di Parigi (12 dicembre 2015), Epson Europe insieme a un’ampia alleanza formata da 54 aziende internazionali provenienti da tutti i continenti e da una vasta gamma di settori, chiede che venga messa in atto un’azione ambiziosa sul clima come base per il futuro successo economico. In una dichiarazione congiunta, Epson Europa e le altre imprese firmatarie si rivolgono in particolare ai venti Paesi più industrializzati, che rappresentano il 74% delle emissioni globali, affinché utilizzino il G20 come forum per elaborare misure concrete a lungo termine, con l’obiettivo di accelerare la decarbonizzazione globale, e invitano anche gli altri Paesi a unire gli sforzi. Le misure comprendono l’abbandono graduale dei sussidi per i combustibili fossili entro il 2025, un prezzo adeguato per il carbone e la chiarezza sui rischi finanziari legati al clima.

Con questa dichiarazione, le aziende chiedono la definizione delle condizioni di scenario che gettino le basi per un percorso verso la limitazione dell’aumento della temperatura globale ben al di sotto dei 2°C e che consentano loro di contribuire attivamente all’attuazione dell’Accordo di Parigi. Esse affermano che uno sviluppo a basse emissioni di carbonio garantirà posti di lavoro e prosperità, dando il via a nuove importanti opportunità in termini di innovazione e imprenditorialità. Queste aziende rappresentano oltre 1,9 milioni di dipendenti in tutto il mondo e un fatturato totale di oltre 676 miliardi di euro, pari al 40% del PIL dell’Italia e a più del doppio del PIL della Danimarca.

La “coalizione” di aziende si è rivolta anche ai Capi di Stato che sono riuniti oggi nella capitale francese per il “One Planet Summit”, affinché invitino i governi a mantenere lo slancio dell’Accordo di Parigi per lo sviluppo e l’attuazione di strategie a lungo termine per la decarbonizzazione. Allo stesso tempo, le imprese firmatarie riaffermano il loro profondo impegno per affrontare in modo proattivo i cambiamenti climatici nelle proprie attività e politiche, tenendo conto dei contesti che sostengono le azioni imprenditoriali sul clima come il prezzo del carbone, l’attuazione della TCFD (Task Force on Climate-related Financial Disclosures) nei report e gli obiettivi basati su dati scientifici.

“Il cambiamento climatico è un problema serio che affligge il nostro pianeta ed Epson ritiene che sia responsabilità di governi, aziende e individui prendere provvedimenti per affrontarlo. Siamo ben consapevoli dei danni causati dalla CO2 e da altri gas a effetto serra e ci impegniamo a ridurre al minimo il loro impatto ambientale”, afferma Henning Ohlsson, CSR Director di Epson Europe. “Epson si impegna costantemente per perfezionare le sue tecnologie principali e per ridefinire il mercato con i suoi prodotti e servizi. Riteniamo che il risultato di questi sforzi sarà un’ulteriore riduzione delle emissioni di CO2 e di altri gas a effetto serra, nonché un contributo continuo per ridurre l’impatto ambientale nei luoghi di lavoro e negli stili di vita dei nostri clienti. In prospettiva, con i suoi prodotti e servizi, Epson è fortemente impegnata a contribuire a una società più attenta all’ambiente.”

“Con questa dichiarazione, le aziende mandano un segnale forte ai leader mondiali affermando di essere pronte a fare la loro parte per raggiungere un’economia a basse emissioni di carbonio in linea con l’Accordo di Parigi”, ha affermato Sabine Nallinger, Managing Director della Fondazione Tedesca 2° che ha avviato l’iniziativa. “Le aziende chiariscono che la decarbonizzazione globale è già in atto e dovrà essere accelerata. Chi rimane al vertice di questa tendenza modellerà la trasformazione e trarrà vantaggio dalla creazione di valore in una futura economia a basse emissioni di carbonio”, ha concluso Nallinger.

Per sapere di più sul lavoro di CSR di Epson, visita la pagina dedicata qui

Gruppo Epson
Epson è leader mondiale nell’innovazione con soluzioni pensate per connettere persone, cose e informazioni con tecnologie proprietarie che garantiscono efficienza, affidabilità e precisione. Con una gamma di prodotti che comprende stampanti inkjet, sistemi di stampa digitale, videoproiettori 3LCD, così come robot industriali, visori e sensori, Epson ha come obiettivo primario promuovere l’innovazione e superare le aspettative dei clienti in settori, quali stampa inkjet, comunicazione visiva, tecnologia indossabile e robotica.
Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 80.000 dipendenti in 86 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell’ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.
http://global.epson.com

Epson Europe 
Epson Europe B.V., con sede ad Amsterdam, è il quartier generale regionale del Gruppo per Europa, Medio Oriente, Russia e Africa. Con una forza lavoro di 1.750 dipendenti, le vendite di Epson Europa, per l’anno fiscale 2016, hanno raggiunto i 1.668 milioni di euro. http://www.epson.eu

Environmental Vision 2050  
http://eco.epson.com/

Epson Italia
Epson Italia – Epson Italia, sales company nazionale, per l’anno fiscale 2016 ha registrato un fatturato di oltre 221 milioni di Euro e impiega circa 190 persone. http://www.epson.it

Comments are closed.