STARTUP-Dis: innovazione e tradizione per i moderni cibattini 100%...

PMI-Open Innovation e finanziamenti: convegno mercoledì 22 aprile presso...

16 aprile 2015 Comments Off on BOLZANO-Legacoopbund: 250 persone svantaggiate lavorano nelle coop sociali associate Dalla home page

BOLZANO-Legacoopbund: 250 persone svantaggiate lavorano nelle coop sociali associate

È possibile sostenere l‘attività di queste cooperative attraverso il 5 per mille.

Dalla cooperativa che gestisce un consultorio familiare a quella che svolge attività di giardinaggio. Il mondo delle cooperative sociali è molto variegato, ma c’è una cosa che le accomuna tutte quante: l’impegno per la comunità e per l’integrazione delle persone che vivono ai margini della nostra società.

Più del 30% delle cooperative sociali altoatesine sono associate a Legacoopbund, una delle quattro associazioni provinciali di rappresentanza delle cooperative. Nelle oltre 70 cooperative sociali aderenti a Legacoopbund lavorano circa 900 persone, tra le quali anche circa 250 persone svantaggiate, ossia persone con handicap, con problemi di dipendenza o detenuti. Le cooperative sociali rappresentano per queste persone un aiuto fondamentale per riuscire a entrare o ritornare nel mondo del lavoro.

Essendo società senza scopo di lucro, le cooperative sociali sono riconosciute come organizzazioni ONLUS. Esse possono dunque contare sull’aiuto di numerosi volontari, quasi 300 nelle coop associate a Legacoopbund, e la loro attività può essere sostenuta destinando loro il 5 per mille dell’Irpef. Per farlo è sufficiente compilare l’apposito riquadro che si trova nel 730 e nel mod. UNICO indicando il codice fiscale della cooperativa sociale cui si intende destinare il 5 per mille e apporre la propria firma.

Sul sito www.legacoopbund.coop è pubblicato l’elenco completo delle cooperative sociali ONLUS aderenti a Legacoopbund con i relativi codici fiscali.

(Foto: collaboratori e soci della cooperativa sociale CLAB di Bolzano)

Comments are closed.